Il Battesimo di Bellini protagonista assoluto della nuova trasmissione di Radio 3

Sarà il Battesimo di Cristo di Giovanni Bellini, custodito nella chiesa di Santa Corona, il protagonista della puntata d’esordio della trasmissione Museo Nazionale, in onda dal 17 gennaio ogni sabato e domenica dalle 13 alle 13.45 su Radio 3, la rete “più culturale” di Radio Rai.
Condotto dallo scrittore Luca Scarlini, il nuovo programma darà forma via via a un vero museo virtuale nel quale troveranno collocazione 100 opere d’arte capaci di raccontare la storia d’Italia attraverso le parole di altrettanti esperti.
La prima opera presentata sarà appunto il capolavoro dipinto da Giovanni Bellini nel 1502, illustrato al grande pubblico di Radio Rai dal professor Giovanni Villa, docente universitario profondo conoscitore del patrimonio artistico vicentino.
“Esprimo grande soddisfazione – dichiara il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci – per la scelta di Radio 3, diretta da Marino Sinibaldi con grande sensibilità per la cultura, la creatività e la valorizzazione del nostro patrimonio, di aprire un nuovo interessantissimo programma proprio con Vicenza e con uno dei suoi più prestigiosi tesori. Viene così esaltata un’opera capitale, la grande pala custodita nella splendida chiesa di Santa Corona, straordinariamente significativa per la storia, l’arte e l’architettura italiane, ma ancora poco conosciuta dal grande pubblico. Si tratta di una lacuna che la trasmissione di Rai 3 contribuirà a colmare nel segno di un’attenzione che peraltro conferma la recente scelta dell’amministrazione comunale di procedere a una valorizzazione anche economica di questo tesoro attraverso l’introduzione di un biglietto d’ingresso al tempio”.
Dopo il Battesimo di Bellini la trasmissione Museo Nazionale presenterà capolavori come l’Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci, la Flagellazione di Caravaggio, La famiglia dell’infante don Luis di Goya, tutti rigorosamente conservati in musei pubblici italiani.
L’intera raccolta delle 100 opere selezionate rimarrà “esposta” nelle sale virtuali del sito www.museoradio3.rai.it dove sarà possibile non solo ascoltare le trasmissioni, ma anche seguire visite guidate personalizzate, incontrare gli storici dell’arte, ascoltare i loro racconti e trovare informazioni, bibliografie e percorsi museali italiani.
Gli ascoltatori potranno partecipare al progetto anche attraverso i social network, su Facebook, Twitter, e in particolare su Instagram, scattando una foto dell’opera d’arte preferita, pubblicandola con l’hashtag #museonazionale o inviandola all’indirizzo di posta elettronica sitoradio3@rai.it.

Lascia un commento