Rinviati a giudizio 5 sacerdoti del savonese

I religiosi dovranno rispondere dell’accusa di malversazione ai danni dello Stato per l’utilizzo indebito dei finanziamenti regionali. Prosciolti altri cinque indagati.

Secondo la Procura i sacerdoti non avrebbero utilizzato o non lo avrebbero fatto correttamente i finanziamenti di una legge regionale che prevede l’erogazione di fondi per favorire l’attività di oratorio. Secondo l’accusa i soldi finivano usati per obbligazioni o per pagare rate di mutuo per nuove costruzioni.

Lascia un commento