Roma, Casilino aggredisce il padre poi si lancia contro i poliziotti

Il giovane di 23 anni ha agito sotto l’effetto di alcol e droga. La vittima, un uomo residente nella zona del Casilino, esasperato per l’atteggiamento aggressivo di suo figlio, ha chiamato il 113 chiedendo aiuto. Subito gli agenti del commissariato di zona e delle Volanti si sono recati sul posto, ma il giovane, si era già allontanato e la successiva battuta effettuata in zona ha dato esito negativo. Il giovane, però, poco dopo è tornato a casa e ha ancora aggredito il genitore, che ha chiesto nuovamente aiuto alla polizia. Il figlio, alla vista degli agenti intervenuti sul posto, ha iniziato a colpire il padre alla testa e anche i poliziotti sono stati colpiti con diversi pugni e calci.

Alla fine, con l’aiuto di un’altra pattuglia, il giovane romano è stato bloccato. Sia gli agenti che il genitore sono dovuti ricorrere alle cure mediche per i colpi subiti. ventenne, condotto in commissariato, al termine degli accertamenti è stato arrestato e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia un commento