Renzi cancella la condanna di Berlusconi

Si infiamma la polemica politica intorno al decreto sui reati fiscali che consentirebbe anche a Silvio Berlusconi di vedersi cancellata la condanna a 4 anni nel processo Mediaset.

Matteo Renzi risponde dal canto suo che “non mi pare realistico che una nuova legge possa cancellare una condanna passata in giudicato. Ma se dovesse essere possibile sono pronto a bloccare la legge e a cambiarla”.

berlusconi forza italia

Per il legale del leader di Forza Italia Franco Coppi “la legge si può ben applicare a Berlusconi”. Invece Nicolò Ghedini è d’avviso contrario. Se si facesse il processo adesso il reato di Berlusconi non esisterebbe più. Quindi può fare un “incidente di esecuzione” e far cadere la sentenza e con lei anche l’interdizione dai pubblici uffici. Se cade la sentenza, viene meno anche l’esclusione dalle candidature della legge Severino, che è solo una conseguenza della condanna.

La previsione normativa che potrebbe riguardare Berlusconi è contenuta nello “schema di decreto legislativo recante disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente”, approvato di recente dal consiglio di ministro e pubblicato sul sito del governo.

Nel provvedimento è prevista l’introduzione, nel decreto 74/2000 sui reati tributari, di un art. 19-bis che esclude la punibilità “quando l’importo delle imposte sui redditi evase non è superiore al 3% del reddito imponibile dichiarato o l’importo dell’imposta sul valore aggiunto evasa non è superiore al 3% dell’imposta sul valore aggiunto dichiarata”.

Lascia un commento