Crotone, il Sindaco Vallone soddisfatto per quanto fatto dall’amministrazione l’anno 2014. Investimenti in opere pubbliche, cantieri aperti, conti del comune a posto

FINE ANNO 004Un anno difficile il 2014 e non solo per il Comune di Crotone che da più anni vive una continua desertificazione. La crisi interessa l’intera Italia ed in tutti i settori: occupazione, opere pubbliche, istruzione, sanità, trasporti.

L’amministrazione comunale a guida Vallone ha utilizzato le risorse economiche provenienti dall’Europa nei seguenti che seguono.

Trentacinquemiloni di euro di opere pubbliche appaltate nel 2014, cinque milioni in più rispetto all’anno scorso, quaranta cantieri aperti in ogni quartiere della città, conti in ordine, tutte le imprese che hanno rapporti contrattuali con il Comune saldate.

Con il sindaco Vallone la giunta comunale: il vice sindaco Mario Megna, l’assessore alla Cultura, Turismo e Pubblica Istruzione Antonella Giungata, l’assessore ai Lavori Pubblici Emilio Candigliota, l’assessore allo Sport Claudio Molè, l’assessore all’Urbanistica Sergio Contarino, l’assessore all’Ambiente Michele Marseglia. Il sindaco ha ricordato nel corso della conferenza anche l’attività dell’assessore alle Politiche Sociali Filippo Esposito e dell’assessore alle Attività Produttive Francesco Barretta

Il sindaco Vallone ha illustrato, settore per settore, alcuni dei risultati positivi registrati nel 2014

Numeri importati per quanto riguarda i Lavori Pubblici. Oltre 24.000.000 € investiti tra cui molti interventi destinati alla sicurezza. Particolare attenzione si è data ad alcuni interventi di difesa del suolo e sistemazione idrogeologica in numerose zone della città tra cui S. Domenico, Parco Carrara, Via Israele, S. Francesco, Via Gioacchino da Fiore.

Interventi di riqualificazione in tutti i quartieri da Papanice a Tufolo, da Farina a Margherita.

Snodi importanti sono stati riqualificati con le rotatorie di Corso Mazzini, del quadrivio di S. Rita e di Via Giovanni Paolo II

Per quanto riguarda l’Urbanistica si registrano 11.000.000 € di opere appaltate con lavori importanti conclusi o che si stanno per concludere come il lungomare urbano, il park and ride, il piazzale Cimitaro e la riqualificazione di via Regina Margherita e zone limitrofe, ed altri in corso di realizzazione con i sovrappassi a Tufolo, la riqualificazione della chiesa di S.Margherita e delle zone limitrofe del centro storico.

Consegnati ventiquattro alloggi di edilizia popolare a Poggio Pudano ed otto alloggi nel quartiere Gesù per il quale sono stati previsti altri finanziamenti.

Per quanto riguarda il settore Ambiente è stata aperta la seconda isola ecologica di Via Saffo a Tufolo.

Avviata la procedura per la razionalizzazione della gestione del ciclo dei rifiuti, la città ha sofferto meno l’emergenza rispetto ad altri centri della Calabria.

Sottoscritta la convenzione con le associazioni di volontariato per azioni di polizia ambientale e proseguono le attività di bonifica dell’area archeologica dell’ex Montedison.

Al settore della Pubblica Istruzione sono stati garantiti, il servizio di trasporto scolastico con un risparmio per le casse comunali di oltre 130.000 € con un costo del servizio a carico degli utenti tra i più bassi in Italia (solo il 24% mentre il 76% è a carico del Comune) e il servizio di mensa scolastica (circa 90.000 pasti) il cui servizio è stato, per la prima volta, informatizzato.

Centinaia di alunni delle scuole sono stati ospiti della Casa Comunale con il progetto “la scuola dei mestieri”

Per quanto riguarda la cultura, il Comune ha riproposto una propria settimana della cultura nonostante il taglio operato dal Ministero dei Beni Culturali

Dopo due anni ritorna a Crotone la stagione teatrale invernale direttamente organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune.

Significativo il progetto di gemellaggio “Krotontur” per la creazione di un sistema informativo territoriale per il turismo e la cultura.

Per quanto attiene le attività produttive, 43 imprese saranno sostenute dal fondo di Garanzia per complessivi 2.000.000 €

Soggetti beneficiari saranno sia le aziende che vivono un particolare momento di crisi dovuto alla difficile congiuntura economica e potrà dunque essere destinato alla ristrutturazione debitoria, sia alle strutture che intendono investire in ricerca o innovazione.

Per quanto riguarda le Politiche Sociali la programmazione dei Piani di Azione e Coesione porterà oltre cinque milioni di euro in tre anni per i comuni del distretto n. 4 finalizzati a servizi a favore dei minori e degli anziani.

Nel settore della viabilità rinnovato il parco auto del Corpo dei Vigili Urbani con sei nuove autovetture

Per lo sport inaugurato il nuovo impianto polisportivo di Lampanaro, un investimento di 60.000 € e l’impianto polisportivo di Farina, per il quale sono stati investiti 200.000 €.

Lascia un commento