Sequestrati 100 milioni a Cristiano Guarnera arrestato nell’indagine Mafia Capitale

I Finanzieri hanno apposto i sigilli su un patrimonio del valore di 100 milioni di euro riconducibile all’imprenditore arrestato nell’ambito dell’indagine su “Mafia Capitale”. Il provvedimento di sequestro riguarda, tra l’altro, quote societarie, 178 immobili e 3 terreni. Alcune delle imprese sequestrate erano coinvolte nel piano emergenza casa.

Il provvedimento di sequestro a carico di Cristiano Guarnera, riguarda le quote societarie, il capitale sociale e l’intero patrimonio aziendale della: Edilizia Piera Srl, dell’Immobiliare Torre Argentata costruzioni Srl, della Verdepamphili Srl, dell’Igma Costruzioni Srl del Gruppo immobiliare Universo Srl e il 52% del capitale sociale della Devil Custom Cycles Srl che opera nel settore della manutenzione e riparazione di veicoli.

A questo si aggiungono 178 immobili e 3 terreni situati a Roma, a Sacrofano e Mentana, alle porte della Capitale, a Villaricca, vicino Napoli, e a Pordenone. Sequestrata anche uno yacht e 10 veicoli, tra auto e moto.

Lascia un commento