Milano, defibrillatori nuova postazione al conservatorio Verdi

defibrillatoriDa oggi un punto salvavita con defibrillatore è presente al conservatorio Giuseppe Verdi grazie all’impegno di Associazione Per il Policlinico onlus e di Fideuram. La donazione, insieme a tre defibrillatori portatili per le unità mobili della Polizia locale rientra nell’ambito di “RianimaMi”, il progetto ideato da Comune e Polizia locale per combattere l’arresto cardiaco improvviso. Consegnati (al Servizio Radio Taxi 024000 e Vintage Tour Milano) altri tre defibrillatori che rientrano nel progetto “Abbiamo a cuore la Città” dell’Associazione Per il Policlinico onlus.

Marco Granelli, Assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale, Polizia locale, Protezione civile, Volontariato dichiara: “Un progetto importante per il Comune di Milano a tutela della salute dei cittadini realizzato grazie al lavoro di molti che qui ringrazio. Da gennaio 1.000 agenti della Polizia Locale saranno stati formati all’uso del defibrillatore. Un grande traguardo, raggiunto su base volontaria con un impegno unico in Italia”.

“L’Associazione Per il Policlinico onlus – ha spiegato Claudia Buccellati, presidente della Onlus – grazie a nuovi sostenitori, può continuare ad impegnarsi nel progetto RianimaMI: il contributo di Banca Fideuram ha permesso di consegnare altri tre defibrillatori portatili alle unità mobili della Polizia Locale e un totem salva-vita è stato donato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e posizionato all’interno dello storico cortile colonnato”. “Grazie al sostegno economico di Smith & Nephew nella realizzazione del consueto Concerto di Natale – ha aggiunto Buccellati – l’Associazione ha potuto, con i fondi risparmiati, dotare (in comodato d’uso) di due defibrillatori portatili il Servizio Taxi 4000 e di un defibrillatore portatile il servizio di accompagnamento turistico Vintage Tour Milano. Queste donazioni, al di fuori del progetto RianimaMI, rientrano invece nell’iniziativa della Onlus Abbiamo a cuore la Città, per allargare al mondo del profit l’impegno a combattere l’arresto cardiaco e a promuovere la Cultura della Salute”.

“Per Banca Fideuram – ha spiegato Stephane Vacher , Direttore Marketing e Comunicazione Banca Fideuram – è un vero onore sostenere un’iniziativa come RianimaMi. Essere presenti nel territorio per lo sviluppo sociale è una caratteristica che ci distingue e ci gratifica ed in questa occasione speciale contribuire, al fianco dell’Associazione Per il Policlinico onlus, a una causa così importante per la salvaguardia della salute lo riteniamo un atto dovuto in sintonia con il nostro pensiero di attenzione alle persone e al territorio”

Gian-Luca Ziliani, Amministratore Delegato Cardiac Science: “Cardiac Science – multinazionale americana che ha il suo quartiere generale per il Sud Europa a Piacenza, a una cinquantina di chilometri da Milano – aiuta la diffusione della cultura sulla defibrillazione precoce in tutto il mondo. Ma quello che si vede qui è una vera fusione di più forze che remano tutte nella stessa direzione: cercare di strappare vite all’arresto cardiaco, un male silenzioso che miete 70.000 vittime all’anno, soltanto in Italia. E’ come se precipitasse un aereo con 200 persone a bordo, ogni giorno. La lungimiranza e l’impegno volontario della Polizia Locale potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte. Per questo ringraziamo dal profondo tutti i soggetti che credono nel progetto e ne permettono la straordinaria evoluzione”.

Alessandro Banfi, Amministratore Delegato Smith & Nephew: “Da oltre 150 anni Smith & Nephew sviluppa dispositivi medici innovativi e lavora al fianco dei professionisti della sanità con una mission importante: aiutare le persone a riconquistare la propria vita. La responsabilità sociale e la solidarietà hanno un ruolo fondamentale per l’azienda, e, in tutto il mondo, Smith & Nephew e i suoi dipendenti si impegnano per aiutare la comunità in cui vivono e lavorano. Siamo dunque orgogliosi di contribuire a un progetto di tale importanza, che può fare una differenza tangibile nella vita delle persone riducendo il tasso di mortalità legato alla morte cardiaca improvvisa”.
Nel cortile del Conservatorio, in occasione dello stesso lancio stampa, sono stati posizionati i mezzi d’epoca della Polizia Locale (Fiat 1100 Anni Sessanta), del Servizio Taxi (Fiat 600 livrea Taxi Anni Sessanta) e di Vintage Tour Milano (Fiat 500 Anni Settanta) con a bordo i defibrillatori automatici portatili, per le foto di rito. Il passato (con le auto d’epoca) e il futuro (con i defibrillatori) insieme.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, defibrillatori nuova postazione al conservatorio Verdi Milano, defibrillatori nuova postazione al conservatorio Verdi ultima modifica: 2014-12-19T04:09:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento