Convenzione Aci-Confcommercio per rilancio turismo

Il rilancio del turismo a quattro ruote in Basilicata; la promozione della crescita associativa delle piccole e medie imprese; la cooperazione in azioni comuni nei comparti del turismo, del commercio e dei servizi: sono questi gli obiettivi della convenzione firmata dall’Automobil Club di Potenza (presidente Francesco Solimeno) e Confcommercio Imprese per l’Italia Potenza (presidente Fausto De Mare). Sin dalla sua nascita, nel 1905, l’Aci ha seguito e sostenuto l’evoluzione del fenomeno automobilistico in Italia, con attenzione alle nuove tendenze del viaggiare. Poiché il turismo è strettamente legato alla mobilità Aci accompagna e tutela le persone anche nei viaggi, nel tempo libero e nei momenti di svago. Garantisce assistenza e informazione ma soprattutto cerca di sensibilizzare, formare, informare, educare e appassionare le persone ad una mobilità sostenibile e compatibile. Il servizio più noto è sicuramente “Viaggiare Sicuri”. Nei suoi oltre cento anni di vita il Club si è fatto interprete delle istanze del mondo automobilistico, fornendo un contributo significativo di passione, esperienza e professionalità, svolgendo un’importante azione di tutela del cittadino, automobilista e no, nella difesa del suo diritto alla mobilità. Per gli associati alla Confcommercio la convenzione prevede una specifica tessera Aci “sistema aziendale” riportante la scritta Confcommercio Potenza, ad un costo agevolato e di conseguenza una serie di servizi. “Abbiamo voluto avviare una collaborazione con l’Aci – spiega il presidente Confcommercio Potenza Fausto De Mare – per il ruolo storico svolto dall’Aci che è la più grande libera associazione di cittadini, dei quali si propone come rappresentante e portavoce presso le istituzioni nazionali ed internazionali riguardo alle tematiche del turismo, della mobilità e dell’ambiente. Il turismo a quattro ruote in provincia di Potenza – aggiunge – ha bisogno di un rilancio innanzitutto attraverso progetti da sviluppare intorno ai numerosi itinerari turistico-culturali, di visita dei castelli federiciani, delle chiese, dei beni culturali ed archeologici, oppure nei Parchi naturalistici e attraverso gli itinerari enogastronomici. In tutto questo il sistema delle imprese che rappresentiamo hanno un ruolo importante da svolgere riposizionandosi sui mercati turismo, servizi e commercio. C’è poi un messaggio per i giovani verso i quali non sono mai sufficienti le iniziative rivolte ad incrementare la sicurezza stradale”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento