Brindisi, arrestati 12 esponenti della Sacra Corona unita locale

Gli uomini finiti in manette sono ritenuti responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, cessione di stupefacenti e contrabbando di tabacchi lavorati esteri, aggravati dal metodo mafioso.

Nel corso delle indagini dei Carabinieri, coordinate dalla Dda di Lecce, i militari hanno accertato che, all’interno degli istituti di pena, si ricorre nuovamente alle affiliazioni rituali e che i due clan della provincia avrebbero di fatto raggiunto un “armistizio” mafioso.

Lascia un commento