Cosenza, sequestrate tre tonnellate di botti illegali

Si tratta di batterie multicolpi, fontane, candele, raudi e bengala di produzione cinese, e “bombe” artigianali esplose con appositi mortai. I botti per un valore di un milione sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Cosenza che hanno denunciato 4 persone.

Se i botti, pari a 740 mila pezzi e a 820 mila bocche di fuoco, fossero stati fatti scoppiare ininterrottamente uno dopo l’altro avrebbero illuminato il cielo per quattro giorni.

Lascia un commento