Lecce, beni per un milione sequestrati all’imprenditore Ennio Dantes

La Direzione investigativa antimafia di Lecce ha posto sotto sequestro beni del valore di 927.000 euro riconducibili ad Ennio Dantes, 64 anni, imprenditore leccese che commercializza prodotti per ufficio, sottoposto a procedimento penale per usura. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal Tribunale su richiesta del direttore della Dia.

Le indagini hanno evidenziato una sperequazione tra i redditi dichiarati da Dantes e il suo patrimonio reale.

Lascia un commento