Pareggio prezioso per il Catania

Lunedì, giornata di riposo. Oggi Martedì alle 10.30 c’è stato il primo allenamento in funzione della sfida a Livorno. I rossazzurri si dedicheranno domani mercoledì ad una doppia seduta, per giovedì è prevista una sessione pomeridiana e venerdì, alla vigilia della sfida con la compagine amaranto, la rifinitura in Toscana. Catania-Bologna 2-2: quinto pareggio stagionale, terzo tra le mura amiche, per il Catania, adesso tredicesimo in classifica con 20 punti.

Contro una delle formazioni più forti del torneo, i padroni di casa hanno sfoderato una splendida reazione d’orgoglio ed evitare una sconfitta che al 55′, nel momento del raddoppio degli ospiti, era più che probabile. L’atteggiamento del “mai mollare” da parte del mister Sannino, è stato apprezzato dal pubblico. Spolli e Monzon costretti ad uscire anzitempo, condizioni da verificare.

Gara decisamente bella, qualità ed occasioni da una parte e dall’altra, secondo tempo di speciale intensità da parte dei rossazzurri, vicini a completare la rimonta nel finale.

La sospirata quinta vittoria interna consecutiva, infine, non è arrivata ed il Bologna non è rimasto certamente a guardare ma, proprio alla luce del valore dell’avversario, il Catania può riflettere sulla prova di effettiva competitività al cospetto della terza forza del campionato. La compagine di Lopez è certamente tra le migliori del torneo: considerando specialmente la seconda frazione odierna, Calaiò e soci riescono già ad esprimere un calcio altrettanto efficace.

La chiave per ulteriori progressi in classifica, va cercata e trovata in trasferta, laddove è fondamentale riuscire a garantire continuità ai risultati interni: nella speciale graduatoria di rendimento in casa, il Catania è quarto con 18 punti ed ha il miglior attacco con 20 reti in 9 gare.

 Rispetto alla gara di Terni, Sannino propone un assetto iniziale diverso: in difesa rientrano Sauro a destra e Capuano in mezzo, con Parisi in panchina e Rolin indisponibile; a centrocampo si rivede Escalante, che rileva Calello; in avanti, infine, spazio a Çani al fianco di Calaiò, Leto sconta la prima delle tre giornate di squalifica. L’interpretazione tattica oscilla in funzione della posizione e dei movimenti di Rosina

Bologna, partenza sprint:  Già al 4′, un Bologna pimpante trova la rete del vantaggio: Laribi in percussione, a destra si propone e riceve palla l’argentino Zuculini, che scocca un diagonale vincente. Rosina prova a riequilibrare immediatamente le sorti dell’incontro ma Coppola è attento, gli ospiti sfiorano il raddoppio al 10′ con lo scatenato Laribi (gran botta da fuori, palla sul palo) e nei primi venti minuti, complessivamente, legittimano il vantaggio con una manovra fluida e rapida. Solo Dal 20′, il Catania comincia a crescere:

 Ottimo Alberto Frison: è superlativo e decisivo in un frangente cruciale dell’incontro, con il doppio intervento su Bessa e Bentancourt in uscita.

Le occasioni nette create dai rossazzurri, sono più di sei. Çani accorcia, Calaiò pareggia: furore rossazzurro –

 Edgar Çani sintetizza così il pomeriggio al “Massimino”: “il gol a freddo ci ha tagliato le gambe; sono contento per la reazione che ha avuto tutta la squadra e per la soddisfazione personale del gol. Questo punto è prezioso anche se c’è un rimpianto per le occasioni sprecate nel finale”. 

Gli obiettivi del Catania? Abbiamo tutte le capacità per fare un grande campionato”. Il Bologna, una squadra costruita per andare in Serie A, ha giocato bene la prima frazione e noi abbiamo fatto meglio nella ripresa.

Mister Sannino analizza così il pirotecnico match con il Bologna: “nel primo tempo non abbiamo fatto bene, dopo la partenza ad handicap per il gol a freddo non abbiamo offerto una prestazione brillante; il secondo tempo invece è stato straordinario, Era difficile sotto di due gol, contro un avversario come il Bologna, riuscire a capovolgere la situazione. E’ stato uno spettacolo bellissimo tra due squadre di serie A; credo che i tifosi si siano divertiti anche se tutti avremmo voluto il terzo gol: Adesso mancano 4 partite prima della sosta, dare il massimo e muovere la classifica. Gli infortunati di oggi? Spolli ha accusato il solito problema al dito, per Monzon un taglio sul ginocchio ,,,,, recuperarlo per la prossima gara. Complimenti a Chrapek”.

Quanto somiglia questo Catania alla squadra che vorrebbe Sannino? “Sotto il profilo del piglio e del carattere molto, sotto il profilo del gioco e della qualità dobbiamo ancora lavorare”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pareggio prezioso per il Catania Pareggio prezioso per il Catania ultima modifica: 2014-12-09T14:28:05+00:00 da Lucio Di Mauro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento