Crotone, l’Assessorato alle Politiche sociali non dimentica i meno abbienti

ragazze soliI primi decenni del terzo millennio saranno ricordati come i più critici del dopo guerra a proposito di occupazione e disagi sociali. Milioni di giovani alla continua ricerca di lavoro. Giovani coppie senza la possibilità di una casa, ragazze madre con basso reddito che non riescono a “sfamare” i propri figli. Tanti bisogni che coinvolgono l’attività comunale di ogni città. L’amministrazione Vallone in questi giorni ha previsto una misura specifica a favore delle ragazze madri nell’ambito della programmazione attuata dall’assessore alle Politiche Sociali Filippo Esposito.

Al riguardo è stato pubblicato un avviso pubblico concernente l’assistenza economica in favore delle ragazze madri. Lo comunica l’assessore alle Politiche Sociali Filippo Esposito.

“Nonostante le contingenti difficoltà economiche, ed i tagli agli enti locali che si susseguono e che purtroppo colpiscono in particolare il sociale, d’accordo con il sindaco Vallone, non abbiamo voluto anche quest’anno fare mancare la possibilità di un supporto di natura economica alle ragazze madri, che rappresentano una categoria di cittadini che va particolarmente tutelata” dichiara l’assessore alle Politiche Sociali Filippo Esposito.

L’avviso, pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Crotone, rientra nell’ambito della più complessiva programmazione dell’assessorato ai servizi sociali che comprende interventi a favore di fasce disagiate come i minori a rischio, gli anziani soli ed i soggetti diversamente abili.

Le ragazze madri interessate ad ottenere un sussidio economico possono presentare istanza entro e non oltre il 31 dicembre 2014, compilando la domanda sull’apposito modulo disponibile presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, l’Ufficio Servizi Sociali del Comune o scaricabile direttamente dal sito istituzionale del Comune.

Le domande vanno acquisite al protocollo dell’Ente entro il termine perentorio del 31 dicembre 2014.

I requisiti di accesso sono lo stato civile di “nubile”, la residenza anagrafica nel Comune di Crotone da almeno due anni, un reddito ISEE nel 2014 uguale o inferiore a 7.500 € e un figlio naturale minore a carico riconosciuto solo da parte di madre.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, l’Assessorato alle Politiche sociali non dimentica i meno abbienti Crotone, l’Assessorato alle Politiche sociali non dimentica i meno abbienti ultima modifica: 2014-12-05T16:57:21+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento