Vicenza, attraversamenti pedonali presto altri 6 in sicurezza grazie all’illuminazione

Altri sei attraversamenti pedonali verranno presto illuminati: ai Ferrovieri, uno in via Maganza al civico 57 e l’altro in via Vaccari all’angolo con via Rismondo, in via Ceccarini, di fronte a porta santa Lucia, in via Trieste, all’angolo con via Turra, e due in strada Marosticana, uscendo dalla città, il primo dopo la rotatoria con strada Ponte dei Carri e l’altro dopo l’incrocio con via Cagni. Il progetto definitivo è stato approvato questa mattina dalla giunta, che stanzia ogni anno 50 mila euro per intervenire nei punti più critici.
“Si tratta di quell’illuminazione zenitale – spiega l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza – che mette in sicurezza alcuni attraversamenti per mezzo di un piccolo lampeggio sul palo e per mezzo dell’illuminazione a led che rende il punto estremamente visibile di notte”.
“Nessuno dei due attraversamenti che andremo ad illuminare in strada Marosticana corrisponde comunque a quello in cui di recente è stata investita una ragazza, poi deceduta – precisa l’assessore -. Li avevamo infatti individuati ben prima come alcuni fra i più sensibili in città, grazie anche alle segnalazioni che arrivano dai cittadini, a dimostrazione che questa amministrazione non è sorda alle richieste che le giungono. Piuttosto va detto che in questa città ci si fa ancora tanto e troppo male sugli attraversamenti pedonali. Occorre che gli automobilisti si rendano conto che prima delle strisce ci si ferma e meno che mai si supera chi si ferma per dare la precedenza al pedone. Contro l’eccesso di velocità e la scarsa attenzione da parte degli automobilisti, purtroppo, non ci sono illuminazione o rialzi che tengano”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, attraversamenti pedonali presto altri 6 in sicurezza grazie all’illuminazione Vicenza, attraversamenti pedonali presto altri 6 in sicurezza grazie all’illuminazione ultima modifica: 2014-12-02T19:59:15+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento