Juncker clemente con Renzi l’Italia non verrà sanzionata

77

La Commissione darà le sue valutazioni sui bilanci sottoposti dagli stati dell’Eurozona “ma la decisione finale sulle conseguenze l’abbiamo spostata a marzo, aprile”. Lo spiega il presidente della Commissione Ue, Juncker, che annuncia come Paesi in difficoltà con le regole di budget non saranno sanzionati per eventuali violazioni del patto di stabilità e crescita. “Ho fatto la scelta di non sanzionare” ha annunciato con un evidente riferimento alle situazioni d’Italia e Francia, pur senza citare esplicitamente alcun Paese.