Studenti di San Severino in scena con Borghi narranti

Gli studenti di San Severino Lucano, che la settimana scorsa sono stati protagonisti di uno spettacolo “Borghi narranti”, realizzato da loro , con la collaborazione degli insegnanti e dell’attrice Eva Immadiato duplicheranno la rappresentazione tenuta nel loro paese, a Corleto, giovedì 27 novembre.

“Borghi narranti” è un evento di promozione del territorio, un turista contemporaneo attraverso un viaggio che lo coinvolge emotivamente, assimila usi e costumi della comunità locale. In Borghi narranti i partecipanti hanno ascoltato i territori, dalle pietre parlanti ai racconti musicali, dai vicoli vibranti alle passeggiate, dai laboratori teatrali ai dialoghi e ai cibi.

Cantori contemporanei con le loro performance emozionano e accompagnano il visitatore tra le vie del borgo e dei contenitori culturali, riconducendolo, attraverso l’ascolto, alla scoperta del sé.

Gli studenti della scuola media della cittadina si sono preparati all’evento iniziando con la ricerca di storie, racconti, favole, una vera e propria indagine sociologica fatta ognuno nella propria famiglia, con l’attrice Eva Immadiato le hanno assemblate e ne hanno costruito uno spettacolo.

La rappresentazione è stata molto apprezzata e il dirigente scolastico Vincenzo Lardo ne ha proposto la replica a Corleto.

Molto soddisfatto il sindaco Franco Fiore ha dichiarato “grazie alla realizzazione dello spettacolo i nostri studenti hanno avuto l’occasione di conoscere una pagina della storia e della tradizione del nostro paese, ma il lavoro fatto è stato anche l’occasione per loro di mettersi in gioco. E’ stato un modo coinvolgente di presentare il paese i borghi e i suoi abitanti, che nel corso degli anni ne hanno definito la storia”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Studenti di San Severino in scena con Borghi narranti Studenti di San Severino in scena con Borghi narranti ultima modifica: 2014-11-26T02:13:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento