Eternit, il comitato rilancia la lotta non finisce qui

“Intraprenderemo tutte le azioni legali di mobilitazione sociale, in tutto il mondo, contro l’Eternit”. Lo scrivono in un documento i membri del coordinamento internazionale familiari vittime amianto, dopo l’incontro a Casale.

“Non sarà questa vergognosa sentenza a fermarci. Il miliardario svizzero Schmidheiny non è stato riconosciuto innocente, è il reato che è stato prescritto. Questa sentenza viola i principi fondamentali delle Convenzioni sui diritti umani. Le garanzie di legge non possono cancellare diritto a giustizia”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento