Bando Scuole, al via la V edizione dei Laboratori emozionali

Al via la V edizione dei Laboratori Emozionali VVV: Vivi una Vita che Vale”, un’iniziativa che coinvolge la scuola lucana, promossa dalla Regione in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale, per diffondere comportamenti virtuosi, più sani e corretti e prevenire malattie e disagi connessi ai disturbi adolescenziali.

“Sarà l’occasione per sostenere Matera Capitale Europea della Cultura 2019 – si legge nel bando – con un progetto che vuole esaltare i valori profondi dell’esistenza partendo da quel prezioso concetto dell’Educare che induce, attraverso la consapevolezza della sacralità della vita, a scoprire le proprie vocazioni. L’obiettivo principale è lanciare, dall’interno della Scuola all’intera Società, una “Missione d’Amore per Vivere una Vita che Vale”, in cui i giovani diventino i protagonisti di un processo di “rinascita culturale sociale ed economica” incentrata su una nuova etica e cittadinanza del bene comune, di legalità, redistribuzione e partecipazione.

L’edizione 2014/15 dei Laboratori Emozionali VVV è diretta a coinvolgere tutte le scuole di ogni ordine e grado che potranno parteciparvi inviando la Scheda di adesione entro il 30 novembre 2014 alla Direzione scolastica regionale.

Il Bando prevede un Concorso con la realizzazione di un’opera, in cui i giovani proporranno delle soluzioni creative per diffondere, nella società, comportamenti e stili di vita più sani. Le scuole che meglio interpreteranno la filosofia dei Laboratori saranno selezionate e premiate con un viaggio in Vaticano dove, alla presenza di mons. Francesco Nolè, Vescovo di Tursi-Lagonegro e di Marcello Pittella, Presidente della Regione Basilicata verranno consegnati a Papa Francesco: un Video-art con le Opere vincitrici; un Messaggio d’Amore a nome di tutti i Giovani Lucani; l’Invito al Pontefice a venire in Basilicata per fare “il Viaggio al Cuore della Vita” e promuovere la ‘Missione d’Amore per Vivere una Vita che Vale’.

“I comportamenti quotidiani – ha dichiarato il presidente della Regione, Marcello Pittella – quando non sono sani e corretti rischiano di incidere pesantemente sui costi della sanità e hanno un peso sociale non indifferente. Ecco perché siamo convinti che sia necessario condividere un processo di sensibilizzazione culturale basato sulla promozione di stili di vita più salutari che attraverso la Scuola e l’Università, con cui è stata firmata una specifica Intesa, coinvolga i giovani, fin dalla più tenera età, nella certezza di poter contare anche sulla loro capacità di coinvolgimento degli adulti”.

A tal fine la Regione Basilicata ha inserito nella Programmazione Regionale (Po Fesr 2014-2020) una serie di Azioni e Progetti – potenzialmente finanziabili, per un ammontare di circa 20 milioni di Euro che dovrebbero essere attuati dal prossimo anno – inerenti i programmi “VVV: Vivere una Vita che Vale” e “VCV: Viaggio al Cuore della Vita” nel cui ambito rientrano anche i Laboratori Emozionali VVV .

“Nell’evidenziare il valore etico del Bando che investe sulle potenzialità formative della Scuola – ha sottolineato Tomangelo Cappelli, coordinatore del Programma VVV- si fa appello alla passione che da sempre caratterizza dirigenti ed insegnanti e all’entusiasmo dei giovani, per assicurare la massima adesione ad un progetto eticostenibile che vuol fare della Basilicata il primo Laboratorio di Ricerca sul tema fondamentale dell’Educare all’Arte di Vivere investendo in Arte e Cultura per sperimentare Buone Pratiche ed assicurare un più alto standard sociale e una maggiore Qualità della Vita, indispensabili per la costruzione di un Mondo Migliore ispirato al Ben/Essere salutistico e al raggiungimento del Bene Comune”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bando Scuole, al via la V edizione dei Laboratori emozionali Bando Scuole, al via la V edizione dei Laboratori emozionali ultima modifica: 2014-11-13T14:09:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento