Il Mio Gesù, nuova Opera musicale di Beppe Dati il 14 novembre all’Obihall di Firenze

E’ già tutto esaurito per Il Mio Gesù di Beppe Dati. Sono già stati tutti consegnati o prenotati gli inviti per assistere alla nuova opera musicale scritta da uno dei più prolifici compositori italiani che andrà in scena all’Obihall di Firenze venerdì 14 novembre alle ore 21.
L’evento, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Firenze, è stato presentato questa mattina a Palazzo Vecchio, con la presidente del Consiglio comunale Caterina Biti a fare “gli onori di casa”.
“Si tratta di una iniziativa molto bella a cui il Comune ha dato volentieri il patrocinio – ha dichiarato la presidente Biti –. Un evento che unisce la bella musica e lo spettacolo a due realtà molto importanti per la città di Firenze come Unitalsi e il Progetto Villa Lorenzi. Un grazie va, oltre che all’autore Beppe Dati, a tutti coloro che l’hanno reso possibile, dal Lions Club agli sponsor. L’attenzione che lo spettacolo ha suscitato testimonia che nella nostra città il tema della solidarietà e dell’aiuto ai più deboli è molto sentito, come il tutto esaurito dell’Obi Hall testimonia concretamente”.
“Il mio Gesù” è un capolavoro di musica e parole che ripercorre la storia di Gesù e della Palestina dal 60 a.C. fino alla resurrezione in un percorso interiore intimo e personale. Beppe Dati – che si dichiara “non credente ma alla continua ricerca di qualcosa” – cerca di evidenziare nella vita di Gesù di Nazaret quei tratti di umanità che rendono ancora oggi il suo messaggio un riferimento prezioso a quanti, animati da “buona volontà”, sono in cerca della Verità.
Con la regia di Pier Paolo Pacini e gli arrangiamenti di Lorenzo Piscopo, insieme a un nutrito gruppo di attori e cantanti oltre ad un coro di 20 elementi, ci sarà anche Leonardo Pieraccioni: il noto attore ha deciso di aderire a questa straordinaria opera musicale dopo averla ascoltata in anteprima dall’amico Beppe Dati. Pieraccioni sul palco dell’Obihall tornerà a cantare e interpreterà uno dei brani, “Natale in volo”.
L’evento è organizzato dal Lions Club Firenze Michelangelo (presidente Lorenzo Signorini) e dall’omonimo Leo Club (presidente Ginevra Fantini) per un fine benefico: raccogliere fondi per l’Unitalsi Toscana che organizza viaggi della speranza e della fede nei santuari mariani e per il Progetto Villa Lorenzi Onlus che supporta i ragazzi contro disagio e dipendenze.
I protagonisti sul palcoscenico interpretano le figure dei Vangeli in maniera “umana”, presentando Maria come mamma nella gioia e nel dolore, Giuseppe che lotta per un figlio che sente del tutto suo, Gesù nel suo messaggio di amore contro la violenza. Ci sono poi le figure di Pilato, Erode, Giovanni, Giuda, Maddalena, l’Angelo Gabriele e Satana, ognuno interpretato in parole e note in maniera umana e profondamente toccante.
“Inizialmente (non lo nego) il confronto col Jesus Christ Superstar di Rice-Webber pareva una montagna insormontabile – dice Beppe Dati -, ma il sostegno di due carissimi e testardi amici che mi hanno sempre incoraggiato (Leonardo Pieraccioni e Giuliano Maffei, presidente della Fondazione Stella Maris) ha spazzato via dubbi e nubi. L’idea “nuova” consiste in una sorta di Vangelo cantato, o se vogliamo di piccola opera musicale moderna che ha come trama la storia di Gesù, raccontata in prima persona dai protagonisti che quella storia hanno vissuto. Visti i tempi di grande assenza di valori che da anni stiamo vivendo, con un relativismo precipitato nel nichilismo, questo progetto può aiutare tante persone a ritrovare una strada da percorrere. “Il mio Gesù” è quindi il mio piccolo contributo alla riscoperta della nostra essenza”.
“A dieci giorni dall’evento – dice Lorenzo Signorini, presidente del Lions Club Firenze Michelangelo – abbiamo dovuto sospendere la distribuzione degli inviti. Ma ci arrivano ancora tante richieste. Abbiamo così aperto una “lista di attesa” all’email ilmiogesu@libero.it in modo da poter avvisare qualcuno qualora si liberasse qualche posto. È una grande soddisfazione per noi: grazie a Beppe Dati, a Leonardo Pieraccioni, al cast eccezionale, al regista e a tutto lo staff, possiamo realizzare un’opera meravigliosa e sostenere con il nostro service due associazioni che ci stanno molto a cuore, Villa Lorenzi e Unitalsi”.
“Dal 1903 – spiega Roberto Torelli, presidente Unitalsi Toscana – la nostra associazione cerca di realizzare tutto ciò che la “fantasia della carità” riesce ad immaginare: in pratica il desiderio di poter offrire anche a chi fisicamente è considerato dal mondo di oggi “svantaggiato” una vita normale. Le nostre attività sono organizzate con il contributo di volontari che, oltre ad offrire il proprio tempo, contribuiscono anche al sostentamento economico dell’associazione pagando per poter svolgere il loro servizio a favore del prossimo. Siamo molto riconoscenti al Lions Club Firenze Michelangelo per aver pensato all’Unitalsi Toscana quale destinataria della raccolta che sarà con “Il mio Gesù” di Beppe Dati: perché le somme raccolte contribuiranno a sostenere tutte queste nostre impegnative attività”.
“Il service legato a questa opera musicale – aggiunge Zaira Conti, presidente e fondatrice del Progetto Villa Lorenzi – andrà a sostenere le numerose attività della nostra associazione che da oltre 25 anni si occupa di interventi educativi sul disagio adolescenziale e giovanile sia a livello di prevenzione che di recupero. Organizziamo incontri e lavori di gruppo nelle scuole e conferenze e dibattiti di approfondimento sulla genitorialità e le problematiche che coinvolgono i giovani nella società odierna. Offriamo anche interventi di centro diurno con laboratori rivolti ai minori ed ai giovani per superare le condizioni di disagio legate a deprivazioni psicosociali od economiche o a problematiche di dipendenza. Sono presenti nella struttura non meno di 80 minori e giovani e offrono la loro competenza 140 volontari”.
(fdr)

Scheda:
“Il Mio Gesù”
Opera musicale del maestro Beppe Giuseppe Dati
Teatro Obihall, 14 novembre, ore 21,00
Organizzato da Lions Club Firenze Michelangelo (presidente: Lorenzo Signorini)
insieme a Leo Club Firenze Michelangelo (presidente: Ginevra Fantini)
con il patrocinio del Comune di Firenze
Regia di Pier Paolo Pacini
Arrangiamenti di Lorenzo Piscopo
Scenografie video Maurizio Baldini Mailab
Service audio e luci “Imagine”
Grafica Riccardo Lazzeri
Interpreti: Monica Bauco, Edoardo Berlincioni, Mattia Braghero, Pierpaolo Buggiani, Marilena Catapano, Matteo Germani, Benedetta Giuggioli, Alessio Mattolini, Tommaso Merlini, Elena Nencetti, Nicola Pecci, Yaser Ramadan, Federico Sagona, Massimo Tarducci
Con la partecipazione del coro “Insieme per caso” diretto dal maestro Fabrizio Berni e dei bambini.
E con Leonardo Pieraccioni che interpreterà “Natale in volo”
Partner:
AZIMUT CONSULENZA SIM SPA (main sponsor)
BASSILICHI SPA (sponsor)
Radio Toscana e Toscana Oggi (media partner)

9 su 10 da parte di 34 recensori Il Mio Gesù, nuova Opera musicale di Beppe Dati il 14 novembre all’Obihall di Firenze Il Mio Gesù, nuova Opera musicale di Beppe Dati il 14 novembre all’Obihall di Firenze ultima modifica: 2014-11-09T02:54:25+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento