Marameo al Colosseo, Roma raccontata da Gianni Rodari al Teatro Argentina

Dal 6 all’8 novembre il palco del Teatro Argentina ospita i giovani attori con e senza disabilità del Laboratorio Teatrale Integrato Piero Gabrielli, che presentano un testo di Gianni Rodari, Marameo al Colosseo, con adattamento di Attilio Marangon e regia di Roberto Gandini.

Lo spettacolo – promosso dall’ Assessorato Sostegno Sociale e Sussidiarietà di Roma Capitale, dal Teatro di Roma e dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio – si inserisce nel progetto Teatri di Comunità, un programma di attività voluto dal Teatro di Roma per coniugare l’arte al territorio e per favorire l’inclusione delle diverse generazioni e comunità che lo costituiscono. La sera del debutto sarà ad ingresso libero, la prenotazione è obbligatoria.

Gianni Rodari, racconta Roma con rime leggere che ci accompagnano nel gioco fatto di visioni, suoni, emozioni, ricordi, elaborati con ironica fantasia e la capacità di immaginare un mondo migliore. Si succedono così le storie di un nonno, ferroviere in pensione, che diventa gatto e va a vivere a Largo Argentina fra i ruderi romani insieme agli amici felini, o quella di un signore che, non trovando posto sulla spiaggia di Ostia, si mette in aria con sdraio e ombrellone, o ancora quella dell’uomo che rubava il Colosseo.
marameo
Parallelamente allo spettacolo è promosso un concorso rivolto a tutti gli alunni delle scuole elementari e medie romane dal titolo: Le nuove fiabe di Roma. I vincitori saranno premiati durante il saggio-spettacolo di fine anno (maggio 2015) del Laboratorio Teatrale Integrato Piero Gabrielli. Inoltre, per stimolare la scrittura fantastica verranno organizzati alcuni corsi sulla “Grammatica della fantasia” per alunni e insegnanti, che si terranno presso le scuole di Roma.

9 su 10 da parte di 34 recensori Marameo al Colosseo, Roma raccontata da Gianni Rodari al Teatro Argentina Marameo al Colosseo, Roma raccontata da Gianni Rodari al Teatro Argentina ultima modifica: 2014-11-04T12:22:43+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento