Milano, in 10 mila riscoprono i tesori d’arte del Monumentale

Sono stati 10 mila i milanesi che hanno visitato il Cimitero Monumentale in occasione della commemorazione dei defunti. Grande la partecipazione di pubblico e curiosi per le visite guidate e le diverse iniziative artistiche e musicali che si sono svolte oggi a conclusione della rassegna “ Monumentale: Museo a cielo aperto” , ideata dal Comune di Milano e dalla Fondazione Milano – Scuole civiche per valorizzare e promuovere uno dei luoghi più suggestivi e ricchi di bellezze artistiche della città.

“Ad un anno dall’apertura dell’Infopoint facciamo un altro passo avanti dotando il cimitero di nuovi totem esplicativi per le aree di maggior interesse. Un servizio per facilitare l’individuazione dei luoghi più significativi da visitare e per rendere il Monumentale più accogliente per i turisti”. Così l’Assessore ai Servizi civici Franco D’Alfonso che aggiunge: “Un’azione di riqualificazione che non vede protagonista solo il Monumentale ma anche le altre strutture della città. Infatti al cimitero Maggiore abbiamo avviato la realizzazione del Boschetto del Ricordo dove i cittadini possono piantare un albero dove sono state disperse le ceneri del proprio caro. A Lambrate abbiamo fatto partire, con AMSA, in questi giorni la sperimentazione della raccolta differenziata per fiori/stralci e indifferenziata da estendere poi anche agli altri cimiteri cittadini”.

In apertura di giornata l’Assessore ai Servizi civici Franco D’Alfonso ha accompagnato la “Passeggiata nei viali dell’eternità in compagnia dei protagonisti della Milano di oggi ” attraverso un percorso dedicato ai cittadini illustri”. Il Cav. di Gran Croce Rodolfo Masto, Commissario straordinario Istituto dei ciechi di Milano, ha ricordato i benefattori dell’Istituto, mentre l’ex-magistrato Gherardo Colombo ha condotto i visitatori in un percorso dedicato al tema ‘Legalità Giustizia e Costituzione’.

Tra i viali e nella Galleria di Levante si sono alternati attori e diplomati della Civica scuola di Teatro Paolo Grassi che hanno messo in scena omaggi teatrali ai protagonisti del Monumentale e letture sceniche ispirate al Mistero Buffo di Dario Fo.

L’Associazione Amici del Monumentale, nata nel 2013 per promuovere la conoscenza del Monumentale tra i cittadini e i visitatori, ha proposto gli itinerari “ Cosa va di moda al monumentale” e “ L’Asilo Mariuccia non è solo un modo di dire” dedicato a filantropi e benefattori che hanno reso grande Milano.

I visitatori hanno inoltre potuto visionare l’anteprima della mostra Inferno/1914-1918 dedicata a Tom Porta che sino all’8 novembre propone 6 grandi tele ospitate nel Famedio.

La giornata si è conclusa con il concerto Mirjam’s Siegesgesang per soprano, coro e pianoforte di Franz Schubert (1797 – 1828) eseguito dai Civici cori della civica scuola di Musica Claudio Abbado e dal soprano Angela Alesci accompagnata dal pianista Luca Garro, diretti dal Maestro Mario Valsecchi, che hanno inondato di note il Famedio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, in 10 mila riscoprono i tesori d’arte del Monumentale Milano, in 10 mila riscoprono i tesori d’arte del Monumentale ultima modifica: 2014-11-03T02:01:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento