Tor San Lorenzo, Mirko Profili massacra di botte Giuseppe Crisafulli. Sessantenne gravissimo

Una banale discussione finita in tragedia. E’ successo davanti ad un bar a Tor San Lorenzo. La vittima, a causa del pestaggio, ha riportato un danno al ”pacemaker”: è andato in blocco cardiorespiratorio. Giuseppe Crisafulli è gravissimo in condizioni disperate. Sono stati i Carabinieri, nel giro di poche ore, ad arrestare il responsabile: Mirko Profili, 40 anni, sposato e residente ad Ardea. L’uomo è finito in carcere e deve rispondere per tentato omicidio. L’accusa è aggravata per aver agito per futili motivi. La vittima è Giuseppe Crisafulli, 65 anni, residente a Tor San Lorenzo. Sia la vittima che il carnefice si trovano fuori dal bar ”Samoa” a Tor San Lorenzo. Mirko Profili ha avuto un brutto litigio con la moglie. Il sessantacinquenne, come ricostruito dagli investigatori, è intervenuto per evitare che la lite fra uomo e donna degenerasse. A questo punto Mirko Profili ha offeso Giuseppe Crisafulli e poi lo ha preso a pugni sul petto. L’uomo è caduto a terra. E’ stato trasportato all’ospedale di Anzio. Da qui tramite eliambulanza, nel reparto di Terapia Intensiva del San Camillo a Roma.

L’uomo, cardiopatico e portatore di ”pacemaker”, versa in gravissime condizioni. La raffica di pugni ha danneggiato il ”pacemaker”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Tor San Lorenzo, Mirko Profili massacra di botte Giuseppe Crisafulli. Sessantenne gravissimo Tor San Lorenzo, Mirko Profili massacra di botte Giuseppe Crisafulli. Sessantenne gravissimo ultima modifica: 2014-11-02T14:08:53+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento