Tor San Lorenzo, Mirko Profili massacra di botte Giuseppe Crisafulli. Sessantenne gravissimo

Una banale discussione finita in tragedia. E’ successo davanti ad un bar a Tor San Lorenzo. La vittima, a causa del pestaggio, ha riportato un danno al ”pacemaker”: è andato in blocco cardiorespiratorio. Giuseppe Crisafulli è gravissimo in condizioni disperate. Sono stati i Carabinieri, nel giro di poche ore, ad arrestare il responsabile: Mirko Profili, 40 anni, sposato e residente ad Ardea. L’uomo è finito in carcere e deve rispondere per tentato omicidio. L’accusa è aggravata per aver agito per futili motivi. La vittima è Giuseppe Crisafulli, 65 anni, residente a Tor San Lorenzo. Sia la vittima che il carnefice si trovano fuori dal bar ”Samoa” a Tor San Lorenzo. Mirko Profili ha avuto un brutto litigio con la moglie. Il sessantacinquenne, come ricostruito dagli investigatori, è intervenuto per evitare che la lite fra uomo e donna degenerasse. A questo punto Mirko Profili ha offeso Giuseppe Crisafulli e poi lo ha preso a pugni sul petto. L’uomo è caduto a terra. E’ stato trasportato all’ospedale di Anzio. Da qui tramite eliambulanza, nel reparto di Terapia Intensiva del San Camillo a Roma.

L’uomo, cardiopatico e portatore di ”pacemaker”, versa in gravissime condizioni. La raffica di pugni ha danneggiato il ”pacemaker”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin