Caos bagagli a Fiumicino centinaia di valige bloccate a terra

Domenica di disagi a causa di rallentamenti che si stanno verificando all’aeroporto nella lavorazione dei bagagli in transito di Alitalia. A causare il disagio, un’agitazione improvvisa degli addetti al Net, il sistema automatizzato di smistamento bagagli, per “solidarietà” verso alcuni colleghi che, entrati in aeroporto per iniziare il turno di lavoro, hanno trovato il proprio profilo aziendale bloccato.

La lavorazione dei bagagli al Net è rimasta quasi bloccata e le valigie, direttamente dagli aerei, vengono trasferite in una tensostruttura in attesa di poter essere riavviate a destinazione. “A causa di un disguido interno – si apprende da fonti Alitalia – sono state disattivate questa mattina le postazioni di 25 lavoratori Alitalia dello scalo di Fiumicino che, soltanto domani, sarebbero dovute essere disattivate in coincidenza con la consegna a questi lavoratori delle lettere di messa in mobilità. Questo disguido ha creato un po’ di agitazione tra i lavoratori provocando qualche ritardo nella consegna o nel riavvio di alcune centinaia di bagagli in transito, che saranno prontamente riconsegnati dalla compagnia nel minor tempo possibile”.

Aeroporti di Roma si è attivata subito sin dalle prime ore del mattino, è pronta ad intervenire, come la scorsa estate, con una task force di alcune decine di addetti ma, al momento, rimane in attesa di una richiesta operativa da parte di Alitalia.

Lascia un commento