Matera, Asm aderisce al servizio Helpvoice

L’Azienda Sanitaria di Matera rende noto di aver aderito al servizio “Helpvoice”, interprete telefonico in emergenza.

“Si tratta di un servizio in emergenza e/o d’urgenza, 24 ore su 24, per 365 giorni l’anno, con risposta garantita in 1-2 minuti dalla chiamata effettuata da qualsiasi telefono e/o cellulare e da qualsiasi parte del mondo senza richiedere l’installazione di nessun accessorio presso l’utente.

Operatori, consulenti e interpreti esperti, forniscono una immediata assistenza telefonica, nella lingua straniera segnalata, rispondendo alle richieste di informazioni.

L’Interprete telefonico è un servizio di assistenza linguistica a chiamata, continuativo.

L’utilizzo è semplicissimo, da qualsiasi telefono o cellulare: si compone un numero di telefono fisso; si chiede a voce la lingua desiderata, dopo l’avvenuto riconoscimento dell’utente; immediatamente si è messi in comunicazione con l’interprete o mediatore linguistico; tutte le telefonate sono registrate preavvisando l’utente e nel totale rispetto della legge sulla privacy.

Il Servizio finalizzato all’abbattimento delle barriere linguistiche, permette agli utenti stranieri di esprimere il proprio bisogno sanitario e agli operatori di attivare quei processi comunicativi indispensabili per poter dare risposte sanitarie.

E’ un servizio di facile utilizzo, caratterizzato da prontezza e qualità d’erogazione. Svolge anche funzione di mediazione culturale “qualificata- professionale- specialistica”, in quanto può soddisfare le richieste di salute degli stranieri.

Il Servizio è gestito dall’Unità Operativa Complessa ”URP- Comunicazione-Ufficio Stampa-Privacy”, diretto dalla dr.ssa Maria Malvasi, ai cui uffici gli interessati si possono rivolgere sia presso le strutture ospedalieri che quelle territoriali”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Matera, Asm aderisce al servizio Helpvoice Matera, Asm aderisce al servizio Helpvoice ultima modifica: 2014-11-01T02:30:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento