Catania, trova un chiodo nella pizza appena acquistata

Il cliente ha subito allertato i Carabinieri. Il Nas di Catania ha poi fatto i relativi controlli e ha bloccato l’attività di un forno a legna in un centro abitato dell’hinterland per gravi carenze igienico–sanitarie. La scoperta è nata grazie alla segnalazione di un consumatore che aveva notato su un trancio di pizza appena acquistato e che stava per mangiare la presenza di un chiodo in ferro lungo alcuni cm, immerso nella farcitura, che, se ingerito, avrebbe potuto causargli gravi lesioni.

I Carabinieri nel corso dei controlli al panificio hanno scoperto un deposito abusivo con 500 Kg di scarti di legname e pedane d’imballaggio accatastate, che il panettiere utilizzava per alimentare il forno a pietra e cuocere pane e pizze che così erano a contatto diretto con i chiodi conficcati nelle assi di legno.

Tale materiale di risulta è classificato dalla legge come rifiuto speciale e, pertanto, non può essere impiegato per l’alimentazione di forni a pietra che richiedono, invece, esclusivamente legna o prodotti legnosi naturali. Il titolare è stato denunicato.

9 su 10 da parte di 34 recensori Catania, trova un chiodo nella pizza appena acquistata Catania, trova un chiodo nella pizza appena acquistata ultima modifica: 2014-10-25T16:02:58+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento