E’ iniziata a Pisa la prima maratona toscana degli hacker

E’ la prima esperienza del genere promossa in Toscana da un’amministrazione pubblica, come sottolinea l’assessore regionale ai sistemi informativi e alla partecipazione, Vittorio Bugli, nel breve intervento di saluto rivolto ai circa 50 giovani esperti informatici riuniti a Pisa per Hackathon Toscana nell’ambito delledizione 2014 dell’Internet Festival.

Suddivisi in 16 gruppi i giovani hanno dodici ore di tempo per “provare a cambiare – precisa Bugli – la fisionomia della Pubblica amministrazione, trasformandola da sportello di servizi a struttura in grado di relazionarsi davvero con i cittadini a partire da Open Toscana, il nuovo portale multipiattaforma (www.open.toscana.it) che è attivo da pochissimi giorni e che noi contiamo di rendere sempre più interattivo anche grazie alle nuove soluzioni che iniziative come questa possono suggerirci”.

I gruppi di appassionati informatici arrivano un po’ da tutta Italia, da Milano, Bologna, Perugia, ma non mancano i toscani che arrivano da Firenze e Pistoia, oltre naturalmente ai pisani. Tra loro, ma fuori concorso, ci sono anche quattro dipendenti regionali dei settori infrastrutture e tecnologie e sistemi informativi, a dimostrazione che la sfida di oggi riguarda appassionati di ogni provenienza. I concorrenti si contenderanno a ritmo di idee e soluzioni innovative i tre premi da 2.000 euro che verranno assegnati stasera a fine sfida.

“Da loro ci aspettiamo – aggiunge l’assessore Bugli – idee e proposte concrete per migliorare Open Toscana, aprendolo alla freschezza dei giovani, in una sfida che è solo all’inizio”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento