Moria di pesci nel rio Falzes si presume avvelenamento

Una moria di pesci – tra gli 80 e i 100 esemplari – si è registrata ieri sera nel rio Falzes sopra il lago di Issengo. Le cause sono state analizzate dall’Ispettorato forestale e dall’Ufficio provinciale tutela delle acque: si propende per una sostanza tossica fatta defluire nel torrente attraverso il canale dell’acqua piovana.

La notizia di una moria di pesci nel rio Falzes sopra il lago di Issengo è giunta verso le 18.30 di ieri (giovedì) alla stazione forestale di Chienes. Il sopralluogo dei tecnici provinciali ha permesso di verificare che si trattava di circa 80-100 trote, in parte piccole ma anche di esemplari fino a 30 cm di lunghezza. I pesci morti sono stati rinvenuti al di sotto del punto in cui il canale dell’acqua piovana di Issengo paese sfocia nel torrente. Singoli esemplari di trote sono stati prelevati e inviati per l’esame di rito all’Istituto zooprofilattico di Bolzano.

Considerate le dimensioni della moria di pesci in un tempo relativamente breve, gli esperti propendono per una morte dovuta a un avvelenamento acuto, provocato presumibilmente da una sostanza tossica fatta defluire nel canale dell’acqua piovana e finita quindi nel rio Falzes. Un campione dell’acqua del canale è stato prelevato e inviato al Laboratorio analisi dell’acqua dell’Agenzia provinciale per l’ambiente.

9 su 10 da parte di 34 recensori Moria di pesci nel rio Falzes si presume avvelenamento Moria di pesci nel rio Falzes si presume avvelenamento ultima modifica: 2014-10-10T17:18:39+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento