Milano, in vendita i biglietti riservati al Comune per il Fidelio. Il ricavato per progetti di utilità sociali

Partita la vendita dei biglietti che il Teatro alla Scala riserva ogni anno al Comune per la Prima del 7 dicembre. Come avviene dal 2011, anche quest’anno l’Amministrazione ha deciso di rendere disponibili i tagliandi, acquistabili sul sito del Teatro,  per il Fidelio di Beethoven diretto dal Maestro Daniel Barenboim, che aprirà la stagione scaligera 2014/2015.

Così, dopo il Don Giovanni di Mozart, il Lohengrin di Wagner e la Traviata di Verdi, chi volesse potrà assistere alla Prima della Scala e allo stesso tempo contribuire a sostenere progetti di utilità sociale. Il ricavato della vendita, infatti, per il quarto anno consecutivo sarà interamente destinato a tale scopo, una scelta di questa Amministrazione che unisce la sobrietà alla solidarietà.

scala

“Ogni anno – spiega il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia – l’iniziativa di mettere in vendita i biglietti per la Prima riscuote grande successo e questo non può che essere un fatto positivo. Quello che all’inizio poteva sembrava quasi un azzardo è diventata ormai una scelta definitiva che ha permesso in questi anni di sostenere molti progetti concreti a favore della città e dei cittadini, in particolare delle persone più deboli o meno fortunate.
Invito, quindi, anche quest’anno tutti gli appassionati di opera e amanti del Teatro alla Scala, milanesi e non, a non lasciarsi sfuggire l’occasione di partecipare alla Prima e assistere così al Fidelio diretto dal grande Maestro Barenboim, perché ogni biglietto acquistato è un tassello del grande mosaico della solidarietà”, conclude il Sindaco.

Per la Traviata di Verdi della Prima del 2013 sono stati raccolti 196.374,70 euro, destinati a 6 progetti sociali ed educativi. In particolare sono stati destinati 35mila euro a Insieme nelle Terre di mezzo Onlus per il progetto ‘La Grande Fabbrica delle Parole’ laboratori di scrittura creativa gratuiti a favore delle scuole primarie e secondarie di Milano. 40mila euro sono stati destinati, in continuità con lo scorso anno, alla Filarmonica della Scala per l’edizione 2014 del progetto di educazione musicale nella scuola dell’obbligo “Sound Music”. Alla Fondazione Accademia d’Arti e Mestieri dello Spettacolo del Teatro alla Scala sono stati destinati 20mila euro per borse di studio per il sostegno alla frequenza di allievi meritevoli della scuola di ballo e di solisti dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici. Il quarto progetto finanziato con 95,994,99 euro è “Regaliamoci una speranza” della Fondazione Casa della Carità Angelo Abriani per l’ospitalità di persone in difficoltà. All’Istituto Comprensivo “Ilaria Alpi” di via Salerno sono stati destinati 3.579,71 euro per il progetto “Sulle Ali della Musica”. A Slow Food, infine, sono stati destinati 1.800 euro per l’iniziativa “10mila orti in Africa”. Per contribuire alla crescita professionale di giovani africani nel loro Paese d’origine.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento