Gestione dei rifiuti, nell’area metropolitana di Pechino le tecnologie del sistema integrato fiorentino

Dalla Cina a Firenze per studiare il sistema integrato di gestione dei rifiuti e trasferirlo nell’area metropolitana di Pechino. È stato firmato a Palazzo Vecchio, alla presenza del sindaco Dario Nardella, l’accordo di cooperazione tra Quadrifoglio e la società Beijing JunZhengtai.
“Sono molto contento di questo accordo che consolida ulteriormente i rapporti tra Firenze e la Cina come partner economico, estendendo la cooperazione anche al campo del servizi pubblici e in particolare della gestione dei rifiuti – ha detto il sindaco Nardella – E’ un accordo importante che testimonia anche lo stato di avanzamento del sistema integrato di gestione dei rifiuti a Firenze e dell’impiantistica destinata al riciclaggio. Insomma, le nostre buone pratiche si fanno strada anche in Cina”.
I vertici del gruppo industriale cinese sono stati in questi giorni in visita a Firenze per approfondire i diversi aspetti che compongono la gestione completa dei rifiuti, dai sistemi tecnologici di raccolta fino agli impianti di trattamento e avvio al riciclo. L’attività di approfondimento ha riguardato sia la raccolta che lo smaltimento, con maggior interesse dedicato al rapporto tra le tecnologie utilizzate e i sistemi di pianificazione, particolarmente sofisticati in un’area come quella metropolitana fiorentina: il team cinese ha potuto visionare tutte le metodologie di raccolta rifiuti, dal sistema porta a porta con sacco fino ai nuovi sistemi interrati o ai cassonetti stradali up-loader con controllo volumetrico.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gestione dei rifiuti, nell’area metropolitana di Pechino le tecnologie del sistema integrato fiorentino Gestione dei rifiuti, nell’area metropolitana di Pechino le tecnologie del sistema integrato fiorentino ultima modifica: 2014-10-04T03:09:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento