Firenze, commercio e movida giro di vite contro i furbetti del dehor

Due dehor abusivi smontati e un locale chiuso per mancato rispetto delle norme. Dopo la struttura irregolare di piazza Santo Spirito buttata giù nei giorni scorsi, questa mattina è stata la volta di un dehor abusivo in via Monte alle Croci a San Niccolò. A San Jacopino, in via Ponte all’Asse, è stato invece chiuso un locale che non rispettava una serie di norme di lavoro interno e che era stato segnalato dai residenti per disturbo della quiete pubblica.
“Si stanno vedendo i frutti del lavoro che stiamo portando avanti con un controllo preciso sulla regolarità di tutti i dehor – ha detto Giovanni Bettarini, assessore allo Sviluppo economico, turismo e città metropolitana – Il segnale che vogliamo dare è duplice: da un lato richiamare tutti alla collaborazione e condivisione delle regole della vita notturna, dall’altro quello di un Comune che è impegnato in un lavoro serio per porre fine alle irregolarità che ci possono essere. Siamo aperti alla discussione, ma le regole vanno rispettate”.
Le verifiche sui dehor sono state condotte dalla Direzione Sviluppo economico con l’ausilio della Polizia municipale sezione Commerciale. Le strutture sulle quali sono state riscontrate irregolarità sono state sanzionate, anche ripetutamente, ed è stato intimato ai titolari il ‘ripristino dei luoghi’ ovvero l’obbligo di procedere allo smontaggio del dehor per non incorrere nell’apposizione dei sigilli.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, commercio e movida giro di vite contro i furbetti del dehor Firenze, commercio e movida giro di vite contro i furbetti del dehor ultima modifica: 2014-09-26T17:48:44+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento