L’Austria chiude le frontiere e manda l’esercito contro gli immigrati

Tutto a carico dell’Italia. Gli europei non gradiscono i clandestini. Meglio che rimangano in Italia. La pensano così gli austriaci. L’Austria sta valutando la sospensione temporanea di Schengen e la reintroduzione dei controlli lungo la frontiera con l’Italia per fermare l’esodo di profughi verso nord. Quest’anno sono 4.700 gli stranieri fermati in Austria. Quasi tutti sono stati respinti in Italia, solo 300 hanno chiesto asilo politico in Austria.

Il Ministro degli interni Johanna Mikl-Leitner e alcuni governatori non escludono la reintroduzione dei controlli di frontiera al Brennero e a Tarvisio, mentre c’è chi vorrebbe inviare al confine l’esercito.

Nel frattempo, in Germania si discute di sospendere Schengen nei confronti dell’Austria. Ogni giorno al Brennero l’Austria “riconsegna” in media 25-30 persone, tra loro spesso anche famiglie con dei bambini che vengono poi accolti e rifocillati dalla polizia di frontiera italiana.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento