Maratea Moda 2014, rapporto Federmoda- Confcommercio

La consegna di targhe al presidente della proloco “La perla” di Maratea, Pierfranco De Marco, al sindaco di Maratea Domenico Cipolla e allo stilista Anton Giulio Grande da parte del presidente di Confommercio Imprese per l’Italia Potenza, Fausto De Mare, ha concluso ieri a Maratea l’evento di moda, spettacolo e promozione turistica, su iniziativa della proloco “La perla”. A Comunicarlo in una nota Federmoda- Confcommercio. 

Al di là degli aspetti di spettacolo – si legge – la manifestazione è l’occasione per presentare il rapporto sullo “stato di salute” del comparto moda al primo semestre dell’anno. In generale il settore registra fatturati in moderato calo rispetto ai primi sei mesi del 2013 (-1%), crescono solo gli accessori moda che hanno avuto un incremento del 6,7% rispetto al primo semestre 2013. Segno meno invece per calzature (-0,5%), articoli sportivi (-2%) e abbigliamento (-4,22%). Molto in sofferenza le spese per pellicce (-10,8%) e pelletterie/valigerie (-13%). 

Le spese degli italiani con le carte di credito, nell’anno in corso, per acquisti di prodotti di moda sono in calo del 3,4% rispetto all’anno scorso. A questi dati va aggiunta la situazione in Basilicata che registra sempre al primo semestre 2014 un calo di spesa nel “fashion” con carta di credito del 10,10%. C’è un dato in controtendenza che ci trasmette Unioncamere: in ripresa, al secondo semestre dell’anno, l’export lucano del “sistema moda”, in larga parte riconducibile alla produzione di tessuti che ha sfiorato i 33 milioni di euro (+6,6%). In questa veloce trasformazione del mercato sono anche convinto – conclude il presidente di Confcommercio De Mare – che i nostri imprenditori debbano riappropriarsi di quel ruolo di consulenza personalizzata e su misura che è nel dna della categoria”. 

9 su 10 da parte di 34 recensori Maratea Moda 2014, rapporto Federmoda- Confcommercio Maratea Moda 2014, rapporto Federmoda- Confcommercio ultima modifica: 2014-09-17T17:28:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento