La Spezia, l’assessore Pollio ha incontrato i sindacati e i lavoratori della Saem

Questa mattina l’assessore al lavoro Alessandro Pollio ha incontrato le organizzazioni sindacali e i lavoratori della SAEM. A seguito dell’incontro tra le OO.SS e il liquidatore della società, sono state avanzate ipotesi per il riassorbimento dei lavoratori attualmente impiegati all’interno degli stabilimenti del Muggiano e di Riva Trigoso. È emersa la disponibilità da parte di una impresa spezzina, la SITEP, all’impiego del personale fino ad un massimo di 25 unità a seguito dell’acquisizione di parte delle commesse fino ad oggi in capo a SAEM. Altri lavoratori sono stati individualmente contattati da altre società che lavorano per Fincantieri con proposte di assunzione a tempo determinato o indeterminato.

“Tale risultato – ha dichiarato l’assessore Pollio -rappresenta sicuramente un punto d’inizio per la ricollocazione dei lavoratori ma, ad oggi, non possiamo ritenerci ancora soddisfatti in quanto meno della metà delle 64 unità a tempo indeterminato (a cui vanno aggiunti i tempi determinati) troverebbero una soluzione occupazionale.

Il mancato reinserimento dei lavoratori SAEM – ha proseguito l’assessore -, che in questi anni hanno maturato competenze riconosciute, sarebbe ancor più grave se si considera che nei prossimi anni il cantiere integrato Muggiano/Riva Trigoso sarà protagonista del progetto di rinnovo della flotta (Legge navale) e quindi bisognoso di personale specializzato. È necessario continuare a lavorare per aggiungere all’ipotesi prospettata soluzioni in grado di raggiungere il pieno riassorbimento della forza lavoro di SAEM”.

Lascia un commento