Potenza, sindacati su ex Lsu e appalti nelle scuole

Il tavolo tecnico regionale entro mercoledì prossimo dovrà sciogliere i nodi che riguardano gli ex Lsu e gli appalti storici impiegati nella pulizia delle scuole : contratti individuali, mobilità, organizzazione e carichi di lavoro.

“Dallo scorso 1° aprile – spiegano i sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs Uil – il servizio è gestito da un’associazione temporanea di imprese che ha come capofila la Team Service. In tutto sono circa 320 gli addetti interessati che lavorano anche alle opere di ripristino del decoro dei plessi scolastici nell’ambito del piano scuola varato dal governo nazionale”.

I sindacati chiedono, in particolare, la sottoscrizione dei contratti individuali di lavoro, superando definitivamente la fase di transizione seguita al cambio di appalto e la regolamentazione puntuale della mobilità territoriale dei lavoratori, oggi costretti a lunghe e costose trasferte per raggiungere le scuole o per trasferirsi da un plesso scolastico ad un altro. Fisascat, Filcams e Uiltucs chiedono infine un piano che definisca in maniera puntuale l’organizzazione delle attività e i carichi di lavoro. Le parti si rivedranno giovedì prossimo al tavolo politico che sarà chiamato ad assumere le decisioni definitive.

Per i segretari generali delle tre organizzazioni sindacali, Aurora Blanca, Pasquale Paolino e Rocco Della Luna, “i disagi che i lavoratori hanno subito in questi mesi, in particolare i costi per il raggiungimento delle sedi di lavoro, non sono più sostenibili, anche in ragione di salari che, nella migliore delle ipotesi, per gli addetti full time non superano gli 800 euro mensili”.

Lascia un commento