La mano robot del Sant’Anna in finale a New York

Messa a punto nella Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa è tra i progetti finalisti del concorso internazionale “Innovation by Design” per la categoria Salute.

Sono stati circa 1.600 i progetti in gara nella competizione ed i vincitori saranno annunciati il 15 ottobre a New York, presso il Metropolitan Pavilion, ma i progetti saranno esposti già dal 14 ottobre in diversi punti della città. Obiettivo del concorso è mettere insieme “problem solvers” del mondo dell’industria e del design per esplorare le idee più innovative in ogni settore, dalle app all’architettura, passando per la salute.

Chiamata ”Lifehand2”, la mano robotica capace di percepire le sensazioni è stata progettata e realizzata dal gruppo di Silvestro Micera, ordinario dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e docente del Politecnico (Epfl) di Losanna. Nel marzo 2013 la mano è stata impiantata danese Dennis Aabo S›rensen presso il Policlinico Gemelli di Roma, sotto la supervisione clinica di Paolo Maria Rossini.

Tra gli altri progetti in gara nella sezione Salute del concorso c’è una fascia che, applicata alla testa, registra l’attività elettrica cerebrale, una sorta di casco completo di sensori che riconosce i traumi cranici negli atleti, una maniglia con dispenser per disinfettanti destinata agli ospedali e un sistema compatto per confezionare pillole di tipo diverso per i farmaci acquistati online.

9 su 10 da parte di 34 recensori La mano robot del Sant’Anna in finale a New York La mano robot del Sant’Anna in finale a New York ultima modifica: 2014-09-12T08:40:04+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento