Cinque i finalisti per Grado Giallo

Sarà premiato dal sindaco di Grado (Gorizia)Grado Giallo, Edoardo Maricchio, durante la 7^ edizione di Grado Giallo (3-5 ottobre 2014), dedicata al tema della paura, il vincitore della terza edizione del Premio Letterario nazionale “Grado Giallo” lanciato dai Gialli Mondadori e dal festival dell’Isola d’oro per gli autori di inediti thriller, polizieschi e noir.

La cerimonia avverrà sabato 4 ottobre (ore 21) all’Auditorium Biagio Marin alla presenza dell’Editor dei Gialli Mondadori, Franco Forte, e l’opera vincitrice sarà pubblicata sul volume della collana Il Giallo Mondadori in edicola proprio nel mese di ottobre, in contemporanea con “Le immagini rubate” di Manuela Costantini, racconto vincitore del prestigioso Premio Tedeschi. Qui di seguito alcune note biografiche dei cinque finalisti selezionati dalla giuria.

Massimiliano Govoni. Emiliano, lavora in un gruppo assicurativo italiano e si occupa di informatica. Nel 2009 una sua opera è stata selezionata dal premio Roma Noir e i suoi racconti sono apparsi in numerose antologie come “365 racconti erotici per un anno”, “365 racconti horror per un anno”, “365 storie cattive”, “Morto e Mangiato” e “Insonnia”. Nel 2011 ha pubblicato “Hedge Fund”, il suo primo romanzo thriller. Il racconto con cui ha partecipato al Premio Grado Giallo s’intitola “L’oro delle Alpi”.

Antonella Mecenero. Nata nel 1980, vive a Briga Novarese con il marito. Insegna alle scuole medie e nel tempo libero corre e scrive. Nel 2012 ha vinto il concorso GialloMensa di Giallo Mondadori e nel 2013 è stata finalista al Premio Tedeschi. I suoi racconti sono pubblicati nelle antologie Delitti d’Acqua Dolce (Lampi di Stampa 2012), Giallo Lago (Eclissi editrice 2013) e nella collana Mondi Incantati a cura di Trofeo RiLL. Nel 2013 Interlinea editrice ha pubblicato il suo romanzo ‘La roccia nel cuore’. È entrata nella rosa dei finalisti con il racconto “Certe mattine”.

Silvia Monego. Nata a Mestre (VE) nel 1964, laureata in Lettere, appassionata di libri e di scrittura fin da quando ha imparato a tenere in mano la penna stilografica, ha partecipato ad alcuni concorsi e selezioni editoriali come le antologie di Delos books 365 racconti di Natale, dove è presente con il racconto “Il colpo di Natale” e 365 racconti d’estate, con il racconto “Vacanze esplosive”.

Nel suo blog “Il mio mondo da leggere” ha raccolto i vecchi racconti scritti ancora con la macchina da scrivere e quelli più recenti, in attesa di trovare lo spazio e il tempo di realizzare il sogno e pubblicare un romanzo con un codice ISBN tutto suo! Il racconto entrato nella cinquina s’intitola “Fiamme al confine”.

Luca Romanello. Torinese, classe 1972. Cresciuto a pane e Salgari, da adolescente si è appassionato prima al fantasy di Tolkien, poi alla fantascienza di Asimov e all’horror di King. Ha pubblicato svariati racconti in riviste (Writers Magazine Italia, Robot) e antologie (365 Racconti horror per un anno, 365 Racconti sulla Fine del Mondo, Il Magazzino dei Mondi, 365 Storie d’amore); con Delos Digital, nella collana The Tube Exposed, ha pubblicato i romanzi brevi “Via di fuga” e “Veleno dentro”; nel 2012 ha vinto la finale della selezione “Il Ritorno dei Corti Viventi” (Edizioni XII), categoria 1800 caratteri. Nel 2013 è stato finalista al XL Premio Gran Giallo Città di Cattolica e si è piazzato al 3° posto alla XXIX edizione del Premio WMI. Il suo racconto finalista a Grado è “La cosa giusta”.

Francesco Sciacca. Nato a Genova nel 1953, ha seguito studi tecnici e ha una laurea in ingegneria. Lavora presso una grande azienda genovese e divide il tempo libero tra la famiglia e vari interessi, tra cui lettura e scrittura.

Dall’amore per la lettura a quello per la scrittura il passo è stato breve: l’iniziale curiosità si è tramutata in una nuova passione e questa lo ha portato a scrivere alcuni racconti e un romanzo. Ha partecipato a concorsi nazionali ricevendo alcune segnalazioni. Partecipa alla finale del premio Grado Giallo con il racconto “Il reggiseno giallo”.

Vincitrice Premio tedeschi 2014

Manuela Costantini con  “Le immagini rubate”

È nata a Giulianova, sul mare d’Abruzzo, dove vive e lavora come impiegata in una società di servizi. Ha da sempre la passione per la lettura e la scrittura. Ha pubblicato racconti su antologie, quotidiani e siti letterari. Ha partecipato a numerose antologie edite da Delos Books. Nel 2013 il racconto “Le domande sbagliate” è stato pubblicato nell’antologia Mondadori “Giallo 24” e nello stesso anno il racconto “Fine dei giochi” è stato selezionato per l’antologia “Carabinieri in giallo 6”, sempre per il Giallo Mondadori.

Per altre informazioni, si può consultare il sito ufficiale di Grado Giallo gradogiallo.it e Facebook: www.facebook.com/gradogiallo).

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Cinque i finalisti per Grado Giallo Cinque i finalisti per Grado Giallo ultima modifica: 2014-09-10T12:11:14+00:00 da Rosa Ferro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento