Sguardi. Il teatro italiano? Nuovo decreto e prospettive future

Una tavola rotonda per creare un’occasione di confronto sulle nuove prospettive del teatro italiano. Un’opportunità di incontro tra operatori per tirare le fila e osservare lo stato dell’arte teatrale anche in relazione alle nuove leggi vigenti. Avrà luogo mercoledì 10 settembre alle 15 all’Odeo del Teatro Olimpico di Vicenza SguardiLab, un laboratorio di confronto intitolato “Lo stato dell’arte: nuovo decreto e prospettive future”. Si apre dunque in un’atmosfera di incontro e relazioni “Sguardi”, la festa/vetrina del Teatro e della Danza contemporanei del Veneto”, festival ideato dall’Associazione PPTV (Produttori Professionali Teatrali Veneti) a cui si affianca da quest’anno ancheA.R.CODanza (Associazione Regionale delle Compagnie di Danza). Dopo Verona, Padova, Venezia e Belluno, dal 10 al 13 settembre 2014 sarà Vicenza ad accogliere la quinta edizione del Festival.

Saranno diversi i relatori di SguardiLab: ad esporre i contenuti del nuovo decreto saranno il presidente di Agis Triveneto Franco Oss Noser, il presidente di A.N.C.R.I.T. – AGIS (Associazione Nazionale delle Compagnie e delle Residenze di Innovazione Teatrale) Francesco D’Agostino, il presidente di PPTV Labros Mangheras, il presidente di ARCODanza Claudio Ronda, il presidente di Theama Teatro Aristide Genovese e l’attore, regista e professore di Storia del Teatro all’Università di Genova Roberto Cuppone.

Contribuirà, moderando gli interventi degli operatori, il critico teatrale Andrea Porcheddu. Sarà presente inoltre anche l’Assessore alla Crescita del Comune di Vicenza, Jacopo Bulgarini D’Elci.

Il festival entrerà nel vivo delle produzioni al Teatro Astra di Vicenza (contrà Barche, 53) a partire dalle 19.30. Il primo spettacolo ad andare in scena sarà “Made in Italy” della compagnia veneziana Tonadanza, con 23 anni di esperienza nel settore coreutico e collaborazioni con prestigiose istituzioni come il Teatro La Fenice, la Biennale di Venezia e la Peggy Guggenheim Collection.

“Made in Italy” è un viaggio attraverso l’Italia, attraverso le canzoni e le musiche di casa nostra. Dal Quartetto Cetra a Battiato, passando per molte altre canzoni popolari e colte fino a Puccini e De André, il tutto con la cornice di una selezione di dialoghi tratti dal film “I soliti ignoti” di Mario Monicelli. Uno sguardo sull’Italia e su noi italiani, sui nostri difetti e sui nostri pregi, con affettuosa autoironia. Tocnadanza propone un percorso leggero ma profondo, ironico, intimo, amaro, solidale, forte perché consapevole, per assaporare sensazioni già vissute e riscoprire qualcosa che già ci appartiene ma che forse vediamo per la prima volta.

A seguire alle 21.30, sempre al Teatro Astra si esibirà il collettivo Doyoudada, formazione teatrale selezionata nella sezione delle compagnie ‘under 30’ nel bando di Sguardi.

Lo spettacolo in scena sarà il loro “Ballata per Venezia”, un omaggio alla tradizione orale e fiabesca, un grido d’amore per una città che muore. In poco meno di un’ora, una giovane donna racconta Venezia: ripete il suo nome, declinandolo in lingue diverse, per scoprire cosa si nasconde “sotto il peso del tempo | sopra l’acqua e le alghe | tra le pieghe dei palazzi e gli ori delle chiese”. La giovane donna non è sola: dialoga con un violoncello, arco settecentesco d’origini italiane, alter-ego ligneo di forme femminili. Le vocali e le corde si avvinghiano come colonne tortili, in cerca di una città sommersa.
Tra la donna e il violoncello veglia un angelo immateriale: un’anima digitale avvolge il suono, conciliando l’umano e l’inanimato, riportando in vita rime e rumori di un presente musicale che scorre.
Tutti gli appuntamenti saranno aperti, oltre che agli operatori, al pubblico della città, con un biglietto al prezzo puramente simbolico di 1 euro, ad eccezione della cena/spettacolo “Circo Soufflé” di Pantakin Circo Teatro, il cui costo è di 15 euro e la prenotazione obbligatoria. Obbligatoria la prenotazione anche per gli eventi in Basilica Palladiana.
Per info e prenotazioni: 0444/322525 o 392/1670914 o info@sguarditeatro.it
Per maggiori informazioni e per visualizzare il programma completo: sguarditeatro.it.

La realizzazione del progetto è resa possibile dall’imprescindibile sostegno istituzionale della Regione Veneto, da sempre partner convinto di Sguardi, nell’ambito delle iniziative di diffusione dello spettacolo dal vivo, e dall’intervento del Comune di Vicenza – Assessorato alla Crescita. A questi enti si affiancano le collaborazioni del Comune di Costabissara, dell’ Accademia Olimpica, della Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza ed il patrocinio della Provincia di Vicenza.
L’organizzazione dell’edizione vicentina del progetto è a cura di Theama Teatro con la collaborazione diEnsemble Vicenza Teatro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sguardi. Il teatro italiano? Nuovo decreto e prospettive future Sguardi. Il teatro italiano? Nuovo decreto e prospettive future ultima modifica: 2014-09-09T18:18:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento