Matera si Muove su decreto Salva Italia

37

“Non solo sblocca Italia pure Mibact. Noi soppressi. Basilicata, difendimi. ” E’il tweet della soprintendente ai Beni culturali di Potenza, preoccupata – rende noto il portavoce di Matera si Muove Massimiliano Amenta – per la prevista soppressione dal decreto Salva Italia. Ancora una volta una serie di appelli, implorazioni, chiamata alle armi. Nessuna soluzione concreta preventiva capace di governare e segnare una strada per il futuro dei nostri territori, ma solo subire impotenti le scelte romane . Qualcuno si era illuso che bastava una razionalizzazione delle strutture amministrative in ambito regionale, penalizzando solo e sempre Matera. Cosa aspettiamo ancora per trovare una soluzione preventiva ?Che ci tolgano tutto? Permetteteci una ultima riflessione: se oggi ci fosse stata una macro regione o una macro provincia e con Matera parte integrale e protagonista in quella Appulo lucana –come noi da tempo auspichiamo – probabilmente nella riorganizzazione delle soprintendenze dei beni culturali, che riguarda anche la Puglia, certamente noi si poteva rivendicarne la sede. Ne siamo certi.