Tropea, spaccio di stupefacenti arrestati Domenico Gargano e Saverio Fortunato

A finire in manette sono stati Domenico Gargano, 26 anni e Saverio Fortunato, 21 anni, adesso agli arresti domiciliari in attesa di comparire davanti al giudice. L’arresto è avvenuto nei pressi della piazza antistante il duomo, proprio nel luogo in cui il personale della Polizia ha notato il fare sospetto dei due. Domenico Gargano dialogava con una ragazza. Dopo una breve conversazione, infatti, la giovane consegnava a Gargano una banconota da venti euro. Una volta ricevuto il denaro, lo stesso Gargano si allontanava accompagnato da Saverio Fortunato, per poi ricomparire poco dopo nella piazza invitando la ragazza a seguirli in un luogo più appartato. Una volta giunti in un angolo del centro storico, convinti di passare inosservati, i due ragazzi consegnavano alla giovane un involucro di carta argentata e alcune banconote. Giusto il tempo di fare qualche passo, la ragazza è stata però fermata e trovata in possesso di un involucro, contenente marijuana. In contemporanea al controllo effettuato nei confronti della giovane “acquirente”, un altro gruppo di poliziotti provvedeva invece a fermare i due ragazzi.

Nella tasca di Domenico Gargano sono stati rinvenuti i 20 euro pagati dalla ragazza, mentre nel marsupio che Saverio Fortunato teneva legato in vita sono stati ritrovati tre involucri con all’interno altrettante dosi di marijuana. Sottoposti a ulteriore perquisizione nelle rispettive abitazioni, il personale della Polizia ha inoltre rinvenuto, a casa di Fortunato, altri due involucri, contenenti canapa indiana. Effettuato il sequestro, i due giovani sono statti tradotti in regime di arresti domiciliari secondo quanto disposto dal pm Maria Gabriella Di Lauro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Tropea, spaccio di stupefacenti arrestati Domenico Gargano e Saverio Fortunato Tropea, spaccio di stupefacenti arrestati Domenico Gargano e Saverio Fortunato ultima modifica: 2014-08-29T22:54:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento