Barcellona Pozzo di Gotto, quattordicenne rapita e violentata

Della minorenne i genitori avevano denunciato la scomparsa ai Carabinieri. La quattordicenne che si sarebbe allontanata dalla sua casa di Barcellona Pozzo di Gotto, in circostanze da chiarire, è stata poi ritrovata lontano dalla sua abitazione, smemorata, all’interno della chiesa di Santa Maria di Trapani di Tonnarella, in territorio del Comune di Furnari. La Chiesa era rimasta aperta per tutto il giorno fino a sera. La ragazzina soccorsa dal parroco, che si era recato nella chiesetta della frazione di Tonnarella per celebrare la messa serale, non ha saputo spiegare al prete che le ha chiesto chi fosse e da dove veniva, affermando di non ricordare nulla. La giovane, in evidente stato confusionale, non ha nemmeno saputo riferire il suo nome, tanto che il sacerdote padre Domenico Mirabile, ha avvertito i Carabinieri telefonando al 112. Per i militari che avevano ricevuto già la denuncia di scomparsa presentata dai genitori della ragazzina, è stato semplice risalire all’identità della minore.

Sulla ragazzina sarebbero stati riscontrati presunti abusi sessuali. La minorenne è stata sottoposta a visita medica. Aveva sabbia negli slip. Sul telefonino gli sms di uno sconosciuto.

9 su 10 da parte di 34 recensori Barcellona Pozzo di Gotto, quattordicenne rapita e violentata Barcellona Pozzo di Gotto, quattordicenne rapita e violentata ultima modifica: 2014-08-26T08:23:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento