Tutto sul Pinot bianco, 80 produttori da tutta Europa ad Appiano

Più di 80 produttori e oltre 120 vini saranno i protagonisti il 29 e 30 agosto ad Appiano della prima edizione di “Spatium Pinot Blanc 2014”, unica manifestazione in Europa votata esclusivamente al Pinot bianco, che è stata presentata oggi (25 agosto) a Bolzano. Organizzano l’associazione Vineum con il Centro Laimburg e l’Associazione turistica Appiano.

In Alto Adige il Pinot bianco ricopre un ruolo di primaria importanza in primo luogo perchè la superficie coltivata è in costante aumento (attualmente 515 ettari), in secondo luogo perchè è una delle varietà di punta dell’economia vitivinicola altoatesina. Con “Spatium Pinot Blanc” il Pinot Bianco approda per la prima volta su un unico palcoscenico internazionale ad Appiano: il 29 e 30 agosto saranno presenti nella Cantina San Michele e nella sala culturale San Michele più di 80 produttori di vino d’Europa, tra loro i migliori rappresentanti del panorama vinicolo italiano del Friuli Venezia Giulia, Trentino e Alto Adige. Inoltre, con grande orgoglio da parte degli organizzatori, quasi la metà dei vignaioli partecipanti proviene dall’estero, da Austria, Germania, Svizzera e Francia, in particolare dall’Alsazia. “Siamo molto soddisfatti per essere riusciti, già dalla prima edizione, a radunare ad Appiano l’élite del Pinot bianco a livello internazionale”, ha evidenziato Peter Brigl di Vineum Appiano alla presentazione dell’evento. L’obiettivo degli organizzatori è di rendere “Spatium Pinot Blanc” l’evento di riferimento dedicato al mondo del Pinot Bianco.

Al tempo stesso saranno presenti esperti internazionali di prim’ordine per esporre le più recenti novità e risultati scientifici sul Pinot bianco. “In un convegno vogliamo presentare i risultati delle ultime ricerche effettuate per risalire alle origini di questa varietà e risvegliare al tempo stesso l’interesse scientifico, dando vita a nuovi studi sul Pinot bianco”, ha sottolineato Barbara Raifer, responsabile del settore viticoltura del Centro di sperimentazione Laimburg e coordinatrice del convegno di esperti. In questo senso è stato indetto anche un concorso per la creazione di poster incentrati su progetti di ricerca ideati da giovani ricercatori: i migliori saranno premiati durante la manifestazione.

Il primo giorno della kermesse, venerdì 29, è riservato agli esperti del settore e prevede degustazioni guidate Masterclass, presentazioni di numerosi specialisti e un’interessante tavola rotonda dal titolo “Pinot Bianco, Quo Vadis?”. Sabato 30 è invece dedicato a tutti gli appassionati di vino che desiderano avvicinarsi al mondo del Pinot Bianco. Dalle 16 alle 21, nella Cantina San Michele-Appiano, i visitatori potranno degustare oltre 120 Pinot Bianco (ingresso 15€), accompagnati dalle specialità gastronomiche preparate dallo chef stellato Herbert Hintner. Contemporaneamente, sabato sono previste due degustazioni guidate Masterclass (alle 16 e alle 18), alle quali è necessario iscriversi inviando un’e-mail a info@eppan.com. “I partecipanti alla Masterclass potranno conoscere più da vicino il mondo del Pinot Bianco attraverso la degustazione alla cieca di 12 vini provenienti da diverse aree d’Europa”, ha spiegato Brigl.

L’ingresso per la giornata dedicata al pubblico costa 15€ mentre le degustazioni guidate Masterclass 20€ ciascuna. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito spatium-pinotblanc.it/ o telefonare al numero 0471/662206. La manifestazione “Spatium Pinot Blanc” è organizzata dall’associazione Vineum Appiano in collaborazione con il Centro di sperimentazione Laimburg e l’Associazione turistica Appiano, con il sostegno del Comune di Appiano, della Cassa Raiffeisen Oltradige, della Camera di Commercio di Bolzano, di Vini Alto Adige oltre che del Dipartimento provinciale all’Agricoltura.

 

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento