Roma, Sebastiano Passanisi uccide il cugino Omar Sodano per 300 euro

L’uomo di 43 anni è stato assassinato a coltellate nel quartiere Talenti. È accaduto in via Arturo Graf. L’assassino è il cugino, Sebastiano Passanisi, 51 anni, fermato in strada con ancora in mano il coltello sporco di sangue.

L’accoltellamento è avvenuto all’interno di un appartamento al primo piano della strada e la vittima sia uscita dal palazzo nella speranza di riuscire a sfuggire all’aggressore. Il motivo della lite potrebbe essere un debito di 300 euro. Secondo gli accertamenti degli investigatori della Polizia, infatti, i due dividevano un appartamento nella disponibilità di Omar Sodano al primo piano del civico 19 della stessa strada. Sebastiano Passanisi sarebbe stato spesso stato in ritardo nei pagamenti dell’affitto pattuito.

Nella comune abitazione sarebbe scoppiata la lite, degenerata poi nella colluttazione e quindi nell’accoltellamento. Subito dopo l’omicida, con la maglietta ancora insanguinata, è sceso in strada urlando. Un passante ha visto la scena e ha allertato la Polizia. Gli agenti hanno bloccato il cinquantenne. Medicato all’ospedale Santo Spirito è stato quindi fermato.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Sebastiano Passanisi uccide il cugino Omar Sodano per 300 euro Roma, Sebastiano Passanisi uccide il cugino Omar Sodano per 300 euro ultima modifica: 2014-08-11T23:30:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento