Milano non dimentica le vittime della ferocia nazifascista

vittime nazismo milano“Oggi onoriamo, con la mente e con il cuore, la memoria di 15 giovani martiri per la libertà, vittime di uno degli scempi nazifascisti che hanno insanguinato il nostro Paese durante la guerra di Liberazione”. Così l’assessore all’Educazione e all’Istruzione Francesco Cappelli intervenendo, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, alla commemorazione del 70° anniversario dell’eccidio fascista del 10 agosto 1944 in Piazzale Loreto in cui vennero barbaramente fucilati 15 giovani combattenti per la libertà.

“Dobbiamo fare di tutto per mantenere viva la memoria e la coscienza civile soprattutto tra le nuove generazioni. Per questo ricordare oggi i martiri di Piazzale Loreto non è una semplice cerimonia, seppur importante, in onore di chi si è sacrificato per il proprio Paese, ma è un modo concreto per rinsaldare il patto fra democratici su cui si fonda la nostra comunità e comprendere a pieno il valore profondo della democrazia e della liberta”. Ha concluso l’assessore.

Alla commemorazione presenti anche Sara Valmaggi, Vicepresidente del Consiglio Regionale della Regione Lombardia; Massimo Pagani, assessore con deleghe a Famiglia – Politiche sociali – Politiche per le persone con disabilità – Associazionismo della Provincia di Milano;  Sergio Fogagnolo, Presidente dell’Associazione “Le Radici della Pace – i 15” e  Roberto Cenati, Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano non dimentica le vittime della ferocia nazifascista Milano non dimentica le vittime della ferocia nazifascista ultima modifica: 2014-08-11T02:20:08+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento