Ascoli, ucciso da un malore mentre fa sesso con una prostituta

Alla fine di un rapporto, il cliente ha accusato un improvviso malore ed è morto tra le braccia della lucciola. il sessantenne dell’ascolano sarebbe stato colpito da un infarto. E’ stato trovato, senza vita all’interno della propria vettura, seminudo.

Un passante ha dato l’allarme, dopo aver visto la vittima riversa sul sedile della propria auto. Sul posto sono subito intervenuti i Carabinieri e il 118, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Nel giro di pochi minuti, dopo aver anche rintracciato la lucciola, i militari della compagnia di Alba Adriatica, hanno chiarito tutta la vicenda, ossia che l’uomo è spirato per morte naturale.

Probabile anche che il malore lo abbia colpito durante il rapporto e che la lucciola, forse perché spaventata da quanto era successo, ha deciso di scappare facendo perdere le proprie tracce anche perché si era resa conto che per il suo cliente ormai non c’era più nulla da fare.

Lascia un commento