L’Italia di Renzi rinuncia anche al mare, – 70% rispetto allo scorso anno

Il brutto tempo e la crisi economica. Le troppe promesse e tante tasse. Mix “micidiali” per il settore balneare. In ginocchio gli stabilimenti che registrano cali delle presenze fino al 70% rispetto allo stesso periodo del 2013. A lanciare l’allarme il Sindacato Italiano Balneari, che stima 400 milioni persi e 50 mila lavoratori giornalieri a casa.

spiaggia

L’Italia di Matteo Renzi rinuncia sempre di più al mare. Secondo il Sindacato Italiano Balneari il “crollo” non risparmia nessuna regione. Le situazioni più critiche si registrano in Campania (-40% a giugno e -70% a luglio) e Marche (-35% e -60%), Liguria e Toscana.

Unica nota positiva il ritorno dei turisti stranieri sui litorali del Friuli Venezia Giulia e Veneto.

9 su 10 da parte di 34 recensori L’Italia di Renzi rinuncia anche al mare, – 70% rispetto allo scorso anno L’Italia di Renzi rinuncia anche al mare, – 70% rispetto allo scorso anno ultima modifica: 2014-08-01T11:37:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento