Milano, Seveso disponibili i moduli per il censimento dei danni subiti

Da oggi saranno disponibili i moduli che i privati – famiglie e imprese – potranno compilare e far pervenire all’Amministrazione ai fini di una ricognizione dei danni, necessaria per il completamento della procedura avviata in Regione per lo Stato di calamità naturale a causa dell’esondazione del fiume Seveso dello scorso 8 luglio. Il Comune di Milano, dopo aver inoltrato la richiesta a Regione Lombardia per la procedura dello Stato di calamità naturale, infatti, deve ora procedere al censimento più dettagliato dei danni subiti dai privati per il completamento delle attività previste dalla norma regionale.

Questi dati dovranno essere comunicati a Regione Lombardia entro 60 giorni.

I moduli per la compilazione delle stime, ai fini della ricognizione e del censimento, potranno essere ritirati e consegnati presso l’ufficio in via Passerini 5, in zona 9. L’ufficio sarà operativo da giovedì 24 luglio fino a tutto agosto e sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13. I moduli potranno essere altresì scaricati dal sito del Comune di Milano e, una volta compilati, consegnati o inviati per posta al sopracitato ufficio , oppure essere inviati via fax al numero 02.884.62543, nonché all’indirizzo email esondazione.seveso@comune.milano.it.
Ulteriori informazioni sul censimento potranno essere richieste al numero telefonico dedicato – 02.884.44448 – operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 16.

Regione Lombardia valuterà successivamente, anche sulla base delle richieste fatte dagli altri 7 Comuni coinvolti dall’esondazione, se chiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri lo Stato di Emergenza.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, Seveso disponibili i moduli per il censimento dei danni subiti Milano, Seveso disponibili i moduli per il censimento dei danni subiti ultima modifica: 2014-07-24T02:45:40+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento