Pietre che parlano, sabato 26 luglio un viaggio tra le suggestioni del grande schermo

Proseguono gli itinerari teatrali “Silent play” con “Pietre che parlano”, persone e pietre raccontate in un viaggio tra l’architettura e le suggestioni del grande schermo. Sabato 26 luglio con partenza alle 18 e alle 20 da Casa Cogollo(corso Palladio 165) si proseguirà verso piazza dei Signori fino a piazza Matteotti, per un’ora ricca di incanto e stupore per uno sguardo sulla città e sulla sua gente, sospeso tra passato, presente e futuro.
Il progetto “Silent play”, di Carlo Presotto, Paola Rossi e Matteo Balbo, accompagna gli spettatori, dotati di cuffie e guidati da una traccia audio e da un attore performer, alla scoperta della città del Palladio. “Pietre che parlano” è uno dei quattro differenti itinerari da percorrere a piedi, della durata di circa un’ora, un teatro fuori dal teatro, in cui lo spettatore diventa protagonista di un’esperienza suggestiva, una narrazione inedita della città che ne fa emergere memorie e prospettive, ridisegnandola con modalità creative e partecipate.
I tre artisti vicentini de La Piccionaia hanno composto le originali drammaturgie elaborando la documentazione storico-artistica con brani musicali e letterari, ma soprattutto con le testimonianze di chi quei luoghi ha attraversato e attraversa ancora.
Il progetto fa parte della programmazione estiva de La Piccionaia Teatro Stabile di Innovazione – un cartellone di spettacoli, letture, musica e itinerari in città – organizzato nell’ambito del progetto del Comune di Vicenza “L’estate a Vicenza. Nei giardini delle idee” in collaborazione con la Regione Veneto, il Consorzio Vicenzaè, AIM Energy.
I biglietti costano 5 euro. La partecipazione è a numero limitato, si consiglia la prenotazione. L’iniziativa si svolgerà anche in caso di maltempo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pietre che parlano, sabato 26 luglio un viaggio tra le suggestioni del grande schermo Pietre che parlano, sabato 26 luglio un viaggio tra le suggestioni del grande schermo ultima modifica: 2014-07-23T18:34:39+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento