Buy Green, il forum degli acquisti verdi. A ottobre all’Acquario Romano

ForumVerdeL’1 e 2 ottobre, presso l’Acquario Romano – Casa dell’Architettura di Roma, si terrà l’VIII edizione del CompraVerde-BuyGreen, la più importante manifestazione italiana dedicata agli acquisti verdi. Per il 2014, i co-promotori dell’iniziativa, che nasce per offrire un contributo concreto allo scambio e allo sviluppo di esperienze e buone pratiche di green economy in Italia, saranno Regione Lazio e Roma Capitale e Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, Ecosistemi e Adescoop-Agenzia dell’Economia Sociale, con il patrocinio di numerose istituzioni italiane e comunitarie.

Gli acquisti sostenibili e il Green Public Procurement (GPP) sono uno strumento fondamentale, per la pubblica amministrazione e per le imprese, per ridurre gli impatti ambientali della produzione e del consumo, tutelare il lavoro dignitoso e i diritti umani lungo le catene di fornitura, e diffondere innovazioni tecnologiche sostenibili nell’economia e nella società. Per due giorni il Forum CompraVerde-Buy Green offre gratuitamente a tutti i visitatori:

seminari, dibattiti e laboratori per confrontarsi con gli esperti sul ruolo strategico del GPP come strumento per l’innovazione e conversione economica nei diversi settori, a partire dagli aggiornamenti normativi sulle politiche dagli acquisti centralizzati, all’ edilizia sostenibile, la ricezione turistica a basso impatto ambientale, l’analisi delle filiere agroalimentari per le mense verdi, la riconversione delle professioni con i green jobs, focus per le aziende che vogliono migliorare le performance ambientali e economiche, fino alla gestione sostenibile degli eventi culturali;

formazione sul Green Public Procurement con le sessioni continue del GPP dalla A alla Z;

contatto con il mondo dei lavori verdi tramite il salone dei Lavori Verdi – REPLICA (Reti di Esperienze, Professioni, Lavori e Innovazioni per la Conversione Ambientale).

Per gli espositori è poi attivo, con la Borsa GreenContact, il servizio di organizzazione di incontri one to one tra domanda e offerta, ed ancora, durante la manifestazioni, i cittadini potranno avvalersi degli sportelli informativi per capire come le amministrazioni pubbliche attuano gli acquisti verdi riducendo gli impatti sull’ambiente.

Il Forum ricerca e valorizza inoltre le realtà italiane più virtuose, premiando le organizzazioni che si sono contraddistinte per politiche di riduzione degli impatti ambientali e di adozione di sistemi di acquisti sostenibili. I premi banditi dal Forum sono:

• Premio CompraVerde: destinato alle PA che hanno pubblicato bandi e capitolati con criteri ambientali e hanno attivamente contribuito alla diffusione degli Acquisti Verdi
• Premio MensaVerde: destinato alle organizzazioni pubbliche, private e non profit che si sono distinte per aver attivamente contribuito alla diffusione degli acquisti verdi e del consumo sostenibile nel settore della ristorazione collettiva.
• Premio Vendor Rating e Acquisti Sostenibili: dedicato alle aziende che hanno adottato un sistema di qualificazione ambientale e sociale dei loro fornitori.
• Premio CulturaInVerde: un premio per le manifestazioni culturali (rassegne teatrali, cinematografiche, musicali, di danza, di arti figurative, letterarie) che hanno ridotto gli impatti della loro attività, integrando gli aspetti ambientali e sociali nell’organizzazione e nell’acquisto di beni e servizi.

In linea con le finalità della manifestazione, il forum stesso è un evento green. L’organizzazione prevede infatti azioni di efficienza energetica, raccolta differenziata dei rifiuti, ristorazione biologica, utilizzo di stoviglie biodegradabili molto altro. Un impegno premiato con la certificazione ISO20121 per la gestione sostenibile dell’evento.

9 su 10 da parte di 34 recensori Buy Green, il forum degli acquisti verdi. A ottobre all’Acquario Romano Buy Green, il forum degli acquisti verdi. A ottobre all’Acquario Romano ultima modifica: 2014-07-21T02:05:28+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento