Firenze, il Salone dei 500 diventa digitale

Un sistema di tecnologie digitali ad alta velocità e potenzialità specifico per il Salone dei Cinquecento è stato donato al Comune di Firenze da Assinform, l’associazione che in Confindustria rappresenta le aziende del settore per l’Information Tecnology. La donazione segue il convegno tenuto da Assinform proprio nel Salone dei Cinquecento lo scorso 16 luglio per la presentazione del 45/o Rapporto sull’informatica, le telecomunicazioni ed i contenuti multimediali, al quale sono intervenuti oltre 350 partecipanti e circa 500 persone hanno potuto seguire i lavori collegate in video streaming attraverso Internet. Tutto ciò è stato reso possibile anche grazie alle tecnologie digitali che sono state installate in questa circostanza e che hanno reso l’iniziativa fruibile a distanza consentendo alla moltitudine degli intervenuti di avere una partecipazione interattiva con lo svolgimento dei lavori. Oltre alla trasmissione in tempo reale, via Internet, è stato proposto l’hashtag “#Assinform500”, attraverso il quale il mondo Twitter ha potuto commentare gli interventi dei relatori, ed il collegamento Wi-Fi ad alta velocità per tutti i presenti che hanno così potuto connettersi alla rete. In apertura dei lavori è intervenuta anche la vicesindaca Cristina Giachi per portare il saluto della città di Firenze.
Alla fine del convegno Assinform, anche a nome delle imprese associate che hanno consentito la realizzazione, ha lasciato come donazione al Comune di Firenze il sistema di tecnologie digitali installate che potranno quindi essere utilizzate nel futuro per altre iniziative di comunicazione multimediale e per offrire un supporto innovativo per la fruizione culturale ed artistica dei capolavori che custodisce il Salone dei Cinquecento, contribuendo ad amplificare la conoscenza del nostro patrimonio storico ed architettonico.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, il Salone dei 500 diventa digitale Firenze, il Salone dei 500 diventa digitale ultima modifica: 2014-07-19T02:00:41+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento