Tinchi, Comitato Difesa Ospedale su sopralluogo

Il Comitato Difesa Ospedale di Tinchi fa sapere che si è concluso nel pomeriggio di ieri il sopralluogo tecnico operativo della Regione, dell’Asm, del Comune di Pisticci per decidere gli spostamenti interni delle attività ambulatoriali ricadenti nelle aree del corpo B soggette ad interventi di consolidamento strutturale e di adeguamento alle normative antisismiche.

“All’incontro hanno partecipato il direttore generale del Dipartimento Sanità delle Regione Basilicata, accompagnato da collaboratori, il direttore generale dell’Asm Maglietta, i direttori Pierino Quinto, Andrea Sacco, Rocco Ierone, il responsabile dell’area tecnica dell’Asm Sannicola, Il sindaco di Pisticci, il legale del Comune D’Angella, il prof. Sassone incaricato della sicurezza per conto del Comune e diversi altri soggetti interessati.

Saranno spostati temporaneamente in altre aree della struttura ospedaliera l’endocrinologia, la fisiatria, l’ambulatorio chirurgico, l’endoscopia, l’ambulatorio di medicina, la dermatologia, l’ambulatorio del trattamento del dolore, la farmacia e altri ambulatori.

Sono stati individuati per il trasferimento tutti locali della vecchia Direzione Sanitaria, i locali del vecchio CUP, la piscina, parte dei locali del CUP e Centro Prelievi, i locali dove era collocata anni fa la fisiatria e i locali adibito a centro prelievi per le emodonazioni dell’AVIS.

I lavori di adeguamento dei locali cominceranno da domani per iniziare nei prossimi giorno i lavori di preparazione del cantiere per i lavori di consolidamento strutturale e di adeguamento alle norme antisismiche.

Come deciso a Potenza i lavori partiranno senza perdite di tempo. Entro settembre i bandi per il nuovo reparto di Dialisi e della Riabilitazione Cardio-Polmonare, ortopedica e neurologica”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Tinchi, Comitato Difesa Ospedale su sopralluogo Tinchi, Comitato Difesa Ospedale su sopralluogo ultima modifica: 2014-07-08T10:47:52+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento